Rete Laica Bologna

Cosa prevede il disegno di legge sul testamento biologico approvata dal Senato | J ottobre 2009

La dichiarazione anticipata di trattamento (ovvero il testamento biologico) esprime la volontà della persona che firma la dichiarazione riguardo ai trattamenti sanitari, in caso di eventuale futura perdita della propria capacità di intendere e di volere.

Nella dichiarazione anticipata di trattamento: è consentita la rinuncia a trattamenti sanitari ritenuti sproporzionati o sperimentali; è vietato l’inserimento di indicazioni che integrino le fattispecie di cui agli articoli 575 (omicidio), 579 (omicidio del consenziente) e 580 (istigazione o aiuto al suicidio) del codice penale.

E’ vietato dare disposizioni riguardanti l’alimentazione e l’idratazione, in quanto forme di sostegno vitale e fisiologicamente finalizzate ad alleviare le sofferenze fino alla fine della vita.

L’efficacia della dichiarazione anticipata di trattamento è collegata all’accertamento che il soggetto in stato vegetativo non è più in grado di comprendere le informazioni circa il trattamento sanitario e le sue conseguenze. In tal senso viene disposto che la valutazione dello stato clinico del soggetto in stato vegetativo è formulata da un collegio medico (medico legale, anestesista-rianimatore e neurologo, designati dalla direzione sanitaria della struttura di ricovero o della azienda sanitaria locale di competenza), sentiti il medico curante e il medico specialista della patologia. | Fonte Il Sole 24 Ore

Scarica il testo del disegno di legge sul testamento biologico
approvato dal Senato il 26 Marzo 2009
[pdf file]

Annunci

4 commenti »

  1. […] E col senatore del PdL Paolo Amato che annuncia una interrogazione ai ministri Sacconi e Fitto. Approvata al Senato in un testo che non prevede la possibilità di interrompere i trattamenti di ali…, la legge sul biotestamento è ora all’esame della Commissione Affari sociali della […]

    Pingback di Biotestamento. Registri comunali sono alternativa locale alla politica nazionale « Rete Laica Bologna — J ottobre 2009 @ 8:47 am

  2. […] Repubblica leggiamo che l’Onorevole Paola Binetti voterà insieme al PDL il mostro giuridico approvato al Senato. Quel testo mi convince e lo voterò non perché lo abbia proposto il Pdl, ma perché in linea con […]

    Pingback di Binetti: “Sul biotestamento voterò la legge approvata dal PDL al Senato” « Rete Laica Bologna — J ottobre 2009 @ 10:32 am

  3. […] impegnata a far approvare al Comune di Bologna il registro dei testamenti biologici, in merito al testo base Calabrò approvato al Senato e posto oggi alla base della discussione alla Camera dei […]

    Pingback di Biotestamento, Camera riparte da testo Calabrò. Opposizione sia inflessibile « Rete Laica Bologna — J ottobre 2009 @ 7:46 pm

  4. […] permanente o se di malati terminali per altre patologie. E’ insistente su alcuni principi. Scambia l’alimentazione con la nutrizione“. E’ stato il commento del presidente della federazione nazionale degli Ordini dei […]

    Pingback di Ordini dei medici: il disegno di legge sul testamento biologico è “pessimo” « Rete Laica Bologna — J dicembre 2009 @ 6:57 pm


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

About author

La Rete Laica di Bologna è un tavolo informale d'incontro, di discussione, di proposta e di mobilitazione per difendere ed estendere la laicità delle istituzioni bolognesi e italiane. Vi partecipano associazioni e singoli/e.

Cerca

Navigazione

Categorie:

Links:

Archives:

Feeds

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: