Rete Laica Bologna

25 Ottobre 2009, Bologna. Giornata dello sbattezzo | J ottobre 2009

Il Catechismo della Chiesa cattolica rammenta (nn. 1267 e 1269) che il battesimo “incorpora alla Chiesa” e “il battezzato non appartiene più a se stesso […] perciò è chiamato […] a essere “obbediente” e “sottomesso” ai capi della Chiesa”.

Queste affermazioni, poco conosciute anche dai cattolici osservanti, possono suonare insensate e ininfluenti a chi cattolico non è, o non lo è mai stato, pur se sottoposto ancora in fasce al rito battesimo. Per una questione di coerenza, e per una serie di altre ragioni, le stesse persone potrebbero invece voler dire ufficialmente “non sono più dei vostri”. Ma c’è di più: lo Stato riconosce effetti civili al battesimo cattolico. Lo descrive bene la sentenza dei “concubini di Prato”, del 25 ottobre 1958, tuttora valida e che nero su bianco, in base al Concordato, stabiliva che il ricorso di due giovani contro un altro cittadino che li aveva danneggiati (il vescovo) non poteva avere luogo perché essi erano “suoi sudditi, perché battezzati”.

Dal 1999 è possibile uscire ufficialmente dalla Chiesa Cattolica con una raccomandata, grazie ad una iniziativa giuridica dell’UAAR: lo sbattezzo.

Lo sbattezzo non è un controrito vendicativo: è l’espressione dell’elementare diritto, sancito dalla Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo e riconosciuto in Italia da un provvedimento del Garante per la privacy, di poter abbandonare una confessione religiosa. Nel caso specifico, di non essere più considerati dallo Stato come “sudditi” della Chiesa, “obbedienti” e “sottomessi” alle gerarchie ecclesiastiche, come recita il Catechismo.

L’UAAR invita coloro che non sono più cattolici (o non lo sono mai stati pur essendo stati battezzati) ad esercitare questo diritto: veniteci a trovare domenica 25 ottobre, in via Altabella angolo via Indipendenza, dalle ore 10-19 per aderire alla seconda giornata dello sbattezzo. Occorre l’indirizzo completo della parrocchia presso la quale si è stati battezzati e possibilmente la copia di un documento di identità. Le domande di sbattezzo verranno compilate sul modulo proposto dall’UAAR e poi spedite con raccomandata a cura del nostro circolo.

Ogni informazione in possesso dell’UAAR sarà gestita in maniera assolutamente anonima e confidenziale.

Per maggiori informazioni consultare il sito dell’UAAR.

Promuovi la Giornata dello sbattezzo su Facebook

Annunci

Lascia un commento »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

About author

La Rete Laica di Bologna è un tavolo informale d'incontro, di discussione, di proposta e di mobilitazione per difendere ed estendere la laicità delle istituzioni bolognesi e italiane. Vi partecipano associazioni e singoli/e.

Cerca

Navigazione

Categorie:

Links:

Archives:

Feeds

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: