Rete Laica Bologna

Chiesa ed elezioni regionali. Cattolici attenti, Dio vi vede! | J febbraio 2010

Comunicato stampa, 28 Febbraio 2010
(Scarica e diffondi)

CHIESA ED ELEZIONI REGIONALI. CECCONI:
“CATTOLICI ATTENTI: DIO VI VEDE E VI PUNISCE!”

Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna,
in merito alle indicazioni di voto sui “valori non negoziabili”
pubblicate dai vescovi dell’Emilia-Romagna
.

“Con queste parole, nel 1945, i vescovi italiani davano le loro prime indicazioni di voto ai cittadini della neonata Repubblica Italiana: “I cattolici possono dare il voto soltanto a quei candidati o a quelle liste di cui si ha la certezza che rispetteranno e difenderanno l’osservanza della legge divina e i diritti e della religione e della Chiesa nella vita privata e pubblica”. Questa istruzione è considerata dagli storici come il primo passo ufficiale verso l’interventismo delle gerarchie ecclesiastiche nella vita politica italiana”.

“Papa Pio XII ritorna sullo stesso concetto nel 1946, esplicitandolo ulteriormente: “Con la vostra scheda voi avete in mano i superiori interessi della vostra patria: si tratta di tutelare e conservare al vostro popolo la sua civiltà cristiana”. Alla vigilia delle elezioni politiche del 1948 i toni si fanno ancor più duri e la scomunica verso gli elettori ribelli è dietro l’angolo. Queste le parole dell’arcivescovo di Genova Siri: “Commette peccato mortale chi vota per le liste o per i candidati che non danno sufficiente affidamento di rispettare sufficientemente i diritti di Dio, della Chiesa e degli uomini””.

Nel 1958 la CEI, la Conferenza Episcopale Italiana, compie un altro passo verso la dittatura clericale e la fine del libero arbitrio: “La piena sufficienza della dottrina cattolica per la soluzione dei problemi sociali, escludendo ogni invocata o riconosciuta necessità di integrazione da parte di dottrine marxiste o comunque estranee al pensiero cristiano”. Come dire: al di fuori di ciò che professiamo noi del Vaticano, nulla è vero”.

“Così come, solo un secolo fa, la Chiesa Cattolica invitava i credenti a non usare gli occhiali da vista perché “opera del demonio” – in quanto miglioravano i “doni” ricevuti da Dio – ancor oggi invita i fedeli a non usare la loro testa per scegliere liberamente chi e come votare. Il messaggio è sempre lo stesso: “Dio vi vede e vi punisce!”. Incuranti dei cambiamenti della società italiana, della secolarizzazione e della democrazia, i vescovi emilia-romagnoli, non potendo più controllare la vita sessuale dei fedeli e le diverse tipologie di famiglie da loro costituite, fanno loro il linguaggio bellico della Chiesa del secondo dopoguerra e parlano di “valori non negoziabili”, scagliandosi contro le conquiste civili dei nostri tempi: il diritto delle donne all’autodeterminazione del loro corpo, l’accesso al welfare per le coppie di fatto, la possibilità di scegliere come vivere e come morire rispettando l’idea di dignità di ogni individuo. Delle due, una: o entrano direttamente in politica e rinunciano alla montagna di privilegi concessi loro dal Concordato, o accettano il Concordato e si occupano esclusivamente della cura delle anime”.

Sconfitti dalla Storia e condannati all’irrilevanza politica in tutti i paesi del mondo fuorché in Italia – che per la Chiesa di Roma rappresenta oramai ciò che il ridotto della Valtellina rappresentò per Mussolini – ”, conclude Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna: “Non resta che sconfiggerli nelle urne votando laicissimamente”.

Annunci

2 commenti »

  1. Anche se divorziate dio vi vede maggior parte sono cattoliche chi e senza peccato scagli la prima pietra.

    Commento di Gino Tagliapietra — J febbraio 2010 @ 10:09 pm

  2. […] volta sottolineata la pervasiva influenza posta in essere dalla Chiesa negli anni, la nota resa pubblica da Rete laica, intende sottolineare il riemergere da parte dei vescovi bolognesi, di […]

    Pingback di BOLOGNA, “ATTENTI! DIO VI VEDE E VI PUNISCE!” RETE LAICA DENUNCIA LA LOGORA PROPAGANDA DELLA CHIESA E PROPONE IL VOTO LAICO | BOLOGNANOTIZIE.COM — J marzo 2010 @ 8:51 pm


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

About author

La Rete Laica di Bologna è un tavolo informale d'incontro, di discussione, di proposta e di mobilitazione per difendere ed estendere la laicità delle istituzioni bolognesi e italiane. Vi partecipano associazioni e singoli/e.

Cerca

Navigazione

Categorie:

Links:

Archives:

Feeds

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: