Rete Laica Bologna

Crocifisso. Fiduciosi in sentenza Corte Strasburgo, Europa non confonderà l’Italia col Vaticano | J marzo 2010

Comunicato stampa, 02 Marzo 2010
(Scarica e diffondi)

CROCIFISSO. CECCONI: “FIDUCIOSI
IN SENTENZA CORTE STRASBURGO. EUROPA
NON CONFONDERA’ L’ITALIA COL VATICANO”

Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna,
in merito all’accoglimento del ricorso del Governo italiano
contro la sentenza della Corte di Giustizia di Strasburgo.

“L’accoglimento, a Strasburgo, del ricorso presentato dal Governo Berlusconi contro la sentenza della Corte di Giustizia – espressasi, nel caso Lautsi, contro la presenza di simboli religiosi nelle aule scolastiche italiane – è solo un passo formale, affinché la questione possa essere affrontata dalla Grande Camera. Siamo fiduciosi che anch’essa boccerà la presenza del crocifisso nelle scuole della penisola“, così Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna, che continua: “Il ricorso presentato dal Governo Berlusconi sotto dettatura del Vaticano, non confonderà l’Europa. Invitiamo tutte le forze politiche che si dicono “laiche” a fare la loro parte, sostenendo quanti domandano a gran voce maggior rispetto della laicità, quale fondamento della Repubblica Italiana. In particolar modo, ci auguriamo di non dover registrare, come la volta scorsa, gravi cedimenti da parte del Partito Democratico, che in Senato ha presentato una proposta di legge volta a istituzionalizzare la presenza del crocifisso nei luoghi pubblici e in Emilia-Romagna ha votato, in Consiglio Regionale, una richiesta di permanenza dei crocifissi“.

Annunci

3 commenti »

  1. Di questo passo gli organismi internazionali che non sono legittimati dalla volontà dei popoli finiranno male proprio come sono finiti male i tiranni che imponevano le loro idee contro al popolo.

    Commento di Gredase — J marzo 2010 @ 8:57 pm

    • I tiranni che imponevano le loro idee a un popolo acclamante (Hitler/Mussolini) invece che fine hanno fatto, eh?

      Quando un popolo è gretto e plagiabile dal populista di turno (come sta accadendo anche ora in Italia) verrebbe proprio voglia di una dittatura di saggi che scongiurasse certe derive pericolose (come quelle instillate dalla xenofobia leghista, fascista e forzitaliota che propugna surrettiziamente il primato della religione sulla laicità e il disprezzo per lo straniero).

      Commento di Nanda Lusia — J marzo 2010 @ 8:32 pm

    • Al Consiglio d’Europa e alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ci aderiscomo gli stati.
      L’Italia non ne vuole far piu’ parte perche’ preferisce una sorta di teocrazia? Ne puo’ uscire, cosi’ va a far compagnia alla momarchia assoluta del Vaticano

      Commento di Roberto Grendene — J giugno 2010 @ 11:05 pm


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

About author

La Rete Laica di Bologna è un tavolo informale d'incontro, di discussione, di proposta e di mobilitazione per difendere ed estendere la laicità delle istituzioni bolognesi e italiane. Vi partecipano associazioni e singoli/e.

Cerca

Navigazione

Categorie:

Links:

Archives:

Feeds

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: