Rete Laica Bologna

Castenaso, Consiglio Comunale approva il registro dei testamenti biologici

J luglio 2010
2 commenti

CASTENASO, CONSIGLIO COMUNALE
APPROVA IL REGISTRO DEI TESTAMENTI BIOLOGICI

23 Luglio 2010, Comunicato stampa congiunto
PD Castenaso e Rete Laica Bologna

(Scarica e diffondi)

Il 22 luglio il Consiglio Comunale di Castenaso ha approvato, con i voti favorevoli del Centro-Sinistra per Castenaso e della lista Castenaso 5 Stelle, l’istituzione di un registro dei testamenti biologici nel nostro Comune. Il consigliere comunale Lionello (PD) ha esposto l’ODG in Consiglio comunale, argomentando che si trattava di un atto di laicità e di libertà, che giungeva dopo un percorso condiviso. Il Capogruppo Ruben Viti ha rimarcato nel suo intervento il fatto che tramite quest’atto si riconosce a ciascuno il diritto all’autodeterminazione dell’individuo, che è legittimo dal punto di vista normativo e della competenza territoriale”.

“Il registro del testamento biologico è un atto di libertà e di civiltà e da parte del Partito Democratico di Castenaso non ci può che essere grande soddisfazione nell’approvazione di un atto, che quando sarà declinato anche in termini amministrativi, porterà a un registro delle DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) anche nel nostro Comune”.

“Ieri è stata una bella pagina per Castenaso e per quelle persone che, già negli incontri preparatori, avevano espresso la loro volontà di depositare una DAT appena possibile in Comune”.

“Rete Laica Bologna esprime piena soddisfazione per l’approvazione del registro dei testamenti biologici a Castenaso. Riteniamo da sempre che non importanti quanto grande sia una città e una comunità: in tutte è importante che ci si batta per l’autodeterminazione degli individui“, così Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica, che conclude: “Desideriamo ringraziare gli amministratori e il Consiglio Comunale tutto. E un grazie speciale va a due persone che, facendo politica dal basso, ci hanno aiutato a portare a casa questo risultato di civiltà: Christiane Krzyzyk e Pier Francesco Prata. Il nostro auspicio, ora, è che il registro diventi al più presto operativo”.

Annunci

Non sono un assassino. Il “caso Welby-Riccio” francese

J febbraio 2010
Lascia un commento

Un libro che stimola la riflessione su bioetica e problematiche di fine vita: il testamento biologico, il diritto a scegliere la propria morte. Un libro che va alle radici del difficile dibattito sulle ragioni della vita e della morte.

Martedì 23 Febbraio 2010, H 18.00

Casa della Conoscenza
Pizza delle culture
Via Porrettana 360, Casalecchio di Reno
Bologna [vedi mappa]

Presentazione del libro

NON SONO UN ASSASSINO
Il “caso Welby-Riccio” francese
Di Frédéric Chaussoy

Edizioni Lucidamente / inEdition editrice
Edizione italiana a cura di LiberaUscita

[Invita amici e amiche su Facebook]

Intervengono

Christiane Krzyzyk – Traduttrice
Rino Tripodi – Direttore Lucidamente
Guido Armellini – Presidente Chiesa Metodista di Bologna
Elisabetta Cammelli – Rete Laica Bologna
Giovanni Paganelli – Associazione Percorsi di Pace

Non sono un assassino

Scarica il volantino

COL PATROCINIO DEL COMUNE DI CASALECCHIO DI RENO


About author

La Rete Laica di Bologna è un tavolo informale d'incontro, di discussione, di proposta e di mobilitazione per difendere ed estendere la laicità delle istituzioni bolognesi e italiane. Vi partecipano associazioni e singoli/e.

Cerca

Navigazione

Categorie:

Links:

Archives:

I feed