Rete Laica Bologna

Rete Laica sostiene il ricorso al TAR del Lazio contro i decreti Gelmini

J luglio 2010
1 commento

Comunicato stampa, 13 Luglio 2010

SCUOLA, RICORSO AL TAR
CONTRO DECRETO GELMINI.
CECCONI: “SOSTENIAMO AZIONE
DI SCUOLA E COSTITUZIONE.
BENE ADESIONE PROVINCIA. E LA REGIONE?”

Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna,
in merito al ricorso presentato al TAR del Lazio e all’appello
del Comitato Bolognese di Scuola e Costituzione ad Errani.

Rete Laica sostiene l’azione di chi, come il Comitato Bolognese di Scuola e Costituzione, in questi giorni si batte contro i decreti del ministro alla Distruzione Pubblica, Mariastella Gelmini. L’importante ricorso presentato al TAR del Lazio trova oggi il sostegno della Presidente della Provincia Beatrice Draghetti e dell’Assessore all’Istruzione Giuseppe De Biasi”, così Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna, che continua: “Auspichiamo che l’appello al Presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, non resti inascoltato. Anche le Istituzioni regionali hanno il dovere d’esplicitare se stanno dalla parte di chi lotta per una scuola pubblica di qualità o dalla parte di chi la vuole, pezzo dopo, smantellare. Il tempo sta per scadere e non sono ammessi ulteriori tentennamenti. Questa è una partita che va vinta o ci rimetteranno tutte le famiglie e gli studenti”.


Emilia-Romagna, ricorso Governo Berlusconi contro DiCo. Rete Laica: “Ipocriti”

J febbraio 2010
2 commenti

Comunicato stampa, 20 Febbraio 2010
(Scarica e diffondi)

DICO. CECCONI: “RICORSO GOVERNO E’ MORALISMO
IPOCRITA DI CHI S’ACCOMPAGNA A ESCORT E CORRUTTORI”

Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna,
in merito al ricorso annunciato dal Governo Berlusconi
all’articolo della finanziaria 2010 della Regione Emilia-Romagna
che estende il welfare alle coppie di fatto, etero e omosessuali.

“Il ricorso del Governo Berlusconi contro i DiCo all’emiliana si configura come un atto moralistico e ipocrita, compiuto da chi regolarmente s’accompagna a escort e corruttori, come testimoniano le inchieste su Tarantini e Bertolaso che coinvolgono il Presidente del Consiglio e i suoi ministri”, così Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna, che continua: “Invece di perder tempo a ricorrere contro le legittime decisioni dell’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna, con l’obiettivo di guadagnare qualche sparuto voto degli integralisti clericali alle prossime elezioni regionali, Berlusconi potrebbe dedicare le sue ore più proficuamente partecipando ai processi per corruzione in cui è direttamente coinvolto. Esprimiamo soddisfazione per la decisione di Errani di procedere ugualmente”, conclude Cecconi, “e riteniamo saggia la decisione del Partito Democratico di escludere dalla lista dei candidati quei consiglieri, come Bosi, che, emulando la protervia razzista della Binetti, hanno votato contro l’articolo che estende il welfare alle coppie di fatto, etero e omosessuali”.


Bologna, pedofilia nella Chiesa cattolica e rifiuto dei matrimoni gay. L’editoriale di Paolo Soglia, direttore di Radio Città del Capo

J febbraio 2010
1 commento

PUNTI CARDINALI
Di Paolo Soglia
Città del Capo – Radio Metropolitana
Domenica 14 Febbraio 2010

Più la Chiesa si trova in difficoltà, sia dal punto di vista politico che dal punto di vista morale, più si fanno duri gli appelli “all’ortodossia”. Il messaggio di Caffarra di pre-scomunica ai politici cattolici che si dicano favorevoli al matrimonio gay è segno di questa debolezza, ma anche di situazioni contingenti e di una precisa strategia politica. Analizziamola. In primo luogo questo discorso di inusitata e inappellabile condanna si giustifica con l’esigenza da parte della Curia bolognese di spostare l’attenzione mediatica da un caso che imbarazza.
(altro…)


Caffarra contro le coppie di fatto. Rassegna stampa 04.12.2009

J dicembre 2009
Lascia un commento

Dopo l’attacco di Caffarra, da più parti si avanzano proposte di mediazione. Una su tutte: dare più incentivi alle famiglie numerose. Ecco la rassegna stampa di Venerdì 4 Dicembre 2009.

Quotidiani

Web


Coppie di fatto. Curia eversiva verso i poteri statali

J dicembre 2009
11 commenti

Comunicato stampa, 01 Dicembre 2009
(Scarica e diffondi)

COPPIE DI FATTO. CECCONI:
“CURIA EVERSIVA VERSO I POTERI STATALI.
COMUNE E REGIONE SOSPENDANO FINANZIAMENTI”

Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna,
in merito alle dichiarazioni del Cardinale Caffarra
sul welfare emiliano-romagnolo esteso alle coppie di fatto.

Nella sua lettera aperta a Vasco Errani, Presidente della Regione Emilia-Romagna, il Cardinale Caffarra attacca duramente la Finanziaria 2010, in quanto contiene un articolo, il n. 42, che estende i servizi sociali alle coppie di fatto” constata Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica, che continua: “Caffarra afferma che “chi non riconosce la soggettività incomparabile del matrimonio e della famiglia ha già insidiato il patto di cittadinanza nelle sue clausole fondamentali”, dimostrando chiaramente di non riconoscere come “famiglie” tutte le coppie di fatto, eterosessuali ed omosessuali, che vivono assieme da anni, che condividono le gioie e le fatiche di un progetto di vita in comune, comprensivo anche di figli”.

Riteniamo gravissima la minaccia eversiva di Caffarra, laddove scrive che “vi possono essere leggi gravemente ingiuste, come sarebbe questo comma se venisse approvato, che non meritano di essere rispettate”. Le Istituzioni delle Stato italiano non possono farsi dettare ciò che è giusto o ingiusto approvare dalle gerarchie di uno stato straniero, il Vaticano. Questa ennesima invasione di campo non deve passare sotto silenzio: le Istituzioni emiliano-romagnole sospendano i finanziamenti alla Chiesa Cattolica”.
(altro…)


About author

La Rete Laica di Bologna è un tavolo informale d'incontro, di discussione, di proposta e di mobilitazione per difendere ed estendere la laicità delle istituzioni bolognesi e italiane. Vi partecipano associazioni e singoli/e.

Cerca

Navigazione

Categorie:

Links:

Archives:

I feed