Rete Laica Bologna

Discorso della Rete Laica al Pride nazionale di Bologna 2012

J settembre 2012
Lascia un commento
Intervento di Guido Armellini, presidente della Chiesa Evangelica Metodista, a nome della Rete Laica Bologna.

Sono molto contento di portare l’adesione della Rete Laica al Pride 2012. Laicità vuole dire prima di tutto diritto alla diversità. Diritto a essere liberamente se stessi. Voi avete messo al centro del Pride questo diritto. Non il diritto di una categoria o di una corporazione, ma il diritto di ognuno e ognuna di noi. Diritto di vivere la propria unicità. Quello che fa ognuno e ognuna di noi diverso da tutti gli altri. Quello che rende ognuna, ognuno di noi insostituibile. Perché come lui (o lei) c’è soltanto lui (o lei), e non ce n’è nessun altro.

Chi cerca di cancellare questa diversità vuole un mondo totalitario. Un mondo senza novità e senza allegria. Un mondo morto. E infatti può ancora capitare che chi vive apertamente la sua diversità subisca violenza, o sia discriminato, o venga messo a morte.

Voglio dirvi che siamo con voi perché il Parlamento italiano approvi finalmente una legge contro l’omofobia.

Come Rete Laica abbiamo scelto lo slogan “Liberi di scegliere”. Ci sono campi in cui nessuno deve poter scegliere per noi. Proprio nessuno. Neppure quelli che credono di possedere la verità. Neppure quelli che credono di sapere che cosa è sacro e che cosa è “contro natura”.

Dicono: la vita è sacra, e non sopportano che una persona possa scegliere liberamente di morire con dignità.

Dicono: la procreazione è sacra, e non sopportano che una donna possa scegliere liberamente se mettere al mondo un figlio.

Dicono: la famiglia è sacra, e non sopportano che una persona possa condividere liberamente la sua vita con le persone che ama. Quelli che dicono che la famiglia è sacra dovrebbero leggere la Bibbia. Scoprirebbero che anche in quel libro non c’è nessuna Sacra Famiglia ma ci sono tanti tipi di famiglia. E tutti questi tipi di famiglia funzionano abbastanza male. Compresa la famiglia di Gesù. Non esiste La Sacra Famiglia. Esistono le famiglie. Esistono i concreti esseri umani. Esistono l’amore e la solidarietà che ci fanno vivere insieme, se lo desideriamo.

Come Rete Laica siamo con voi per affermare il diritto al riconoscimento di tutte le coppie e di tutte le famiglie, senza distinzioni e senza gerarchie.

No alla “sacra famiglia” obbligatoria. Sì alle famiglie sacre e alle famiglie profane, alle famiglie plurali, libere e responsabili!

Annunci

Quaresima. Le “Omelie fuori tempio” della Rete Laica Bologna

J febbraio 2011
Lascia un commento

Comunicato stampa, 26 Febbraio 2011
(Scarica e diffondi)

CHIESA. PER LA TERZA E LA QUARTA DOMENICA
DI QUARESIMA SARANNO PUBBLICATE DA ADISTA
LE “OMELIE FUORI TEMPIO”, COMMENTI ALLE LETTURE
BIBLICHE DELLA RETE LAICA BOLOGNA.

Maurizio Cecconi, portavoce, in merito alle letture bibliche
previste per questa domenica 27 febbraio
e per domenica 6 marzo e commentate
dai partecipanti alla Rete Laica Bologna.

“Grazie alla collaborazione con Adista – acronimo di “Agenzia Di Informazioni STAmpa”, occhio attento “sul mondo cattolico e sulle realtà religiose”, con sede a Roma – i partecipanti alla Rete Laica Bologna hanno avuto la possibilità di commentare le letture bibliche della terza e quarta settimana di Quaresima”, così Maurizio Cecconi, portavoce, che continua: “L’iniziativa prende il nome significativo di “Omelie fuori tempio” e vede la partecipazione di esponenti della società civile, di religiosi e di personalità legate al cattolicesimo di base, tutti chiamati a dare un contributo non gerarchico attorni ai temi, filosofici, esistenziali e sociali sollevati dalla Bibbia. Per la Rete Laica Bologna, le “Omelie fuori tempio” sono state redatte da Guido Armellini, presidente della Chiesa Evangelica Metodista di Bologna e Modena e direttore del comitato scientifico dell’Università Primo Levi, da Elisabetta Cammelli, docente della scuola d’italiano per stranieri “By Piedi” e da Rino Tripodi, direttore della rivista telematica “Lucidamente””.

“L’agenzia Adista è nata nel 1967, come espressione di quella parte del mondo cattolico che, sulla spinta del rinnovamento conciliare, intendeva rompere con l’unità politica dei cattolici nella Democrazia Cristiana e aprire un dialogo tra cristiani e marxisti, in particolare col Partito Comunista Italiano. Dopo una prima fase, Adista ha iniziato ad allargare la sua informazione politico-religiosa verso tutte quelle realtà cristiane di base che si erano venute sviluppando in Italia come all’estero. Adista ha seguito con particolare attenzione la nascita e lo sviluppo delle comunità cristiane di base, dei “Cristiani per il Socialismo” e di tutto quel movimento di contestazione dell’establishment ecclesiastico che è stato definito del “dissenso” cattolico. Oggi Adista si occupa principalmente di fare controinformazione sulla Chiesa Cattolica istituzionale, di dare voce a tutte le realtà ecclesiali di base, del rapporto tra Chiesa e politica e tra fede e politica, di pace, di disarmo, di ecumenismo, di dialogo interreligioso, di America Latina, di teologia della liberazione, di teologie indigene, femministe, ecologiste e del pluralismo religioso”.

“A tutti gli amici e le amiche della redazione di Adista va il sentito ringraziamento della Rete Laica, per l’occasione che ci hanno concesso, di portare nel dibattito ecclesiastico la voce dei laici e della laiche di Bologna”.


In allegato: Letture bibliche terza settimana di Quaresima
e commento della Rete Laica Bologna
.

(altro…)


Biotestamento. Ignazio Marino lancia un appello al Commissario Cancellieri: “Sia reso operativo il registro”

J maggio 2010
Lascia un commento

Il senatore Ignazio Marino, in visita a Bologna il 30 aprile, sostiene l’iniziativa dei consiglieri regionali di Bologna (Mumolo, Naldi, Grillini, Sconciaforni e Favia) che hanno chiesto un incontro al Commisario Cancellieri per chiedere che sia reso operativo il registro dei testamenti biologici approvato lo scorso gennaio dal Consiglio Comunale di Bologna.

Lo stesso Ignazio Marino ha rivolto un appello al Commissario Cancellieri: “Il diritto all’autodeterminazione, è fondamentale. Il registro per le dichiarazioni anticipate di trattamento che è già stato approvato qui a Bologna deve andare ad effetto. Sui confini tra vita e morte non possono decidere coloro che vincono le elezioni, qualunque sia la parte che vince. Per questo rivolgo un appello al Commissario Cancellieri affinchè venga concretamente istituito.”

***

Video: Ignazio Marino sostiene il registro dei biotestamenti di Bologna

***

BIOTESTAMENTO: BOLOGNA; MARINO, IMPORTANTE CHE VENGA ATTIVATO

ANSA – BOLOGNA, 30 MAGGIO – Sul registro dei testamenti biologici di Bologna, in attesa di sapere cosa farà il commissario, arriva anche la benedizione di Ignazio Marino. Di passaggio in città per la presentazione di un libro, il senatore PD ha sottolineato che “sarebbe molto importante che una città come Bologna completi questo percorso, a cui manca solo un atto amministrativo”. Ha aggiunto “di non fare questa affermazione dall’alto di un’appartenenza ideologica, ma per evitare che sulla nostra morte finisca per decidere chi ha vinto le elezioni”. Marino ne ha parlato alla biblioteca Borges di Bologna presentando, insieme all’autore, a Federico Enriques e a Guido Armellini, il libro “Curare la morte” di Manlio Guardo. “Come società – ha spiegato lo sfidante di Bersani alle ultime primarie del PD, riferendosi alla legge in discussione alla Camera sul fine vita – non dobbiamo permettere che sia un Parlamento a decidere che ognuno di noi debba essere sottoposto obbligatoriamente alla nutrizione artificiale”. Per questo ha invitato tutti “a scrivere al presidente Fini perché cerchi di guidare la discussione nel modo più attento alla sensibilità di questo Paese”. Per Marino, infatti, “ciascuno di noi deve poter esercitare una libera scelta e io sarei il primo a difendere chi mi chiedesse di utilizzare fino all’ultima cura e risorsa per mantenerlo in vita”.


Fine vita e testamento biologico. Sudditi o cittadini?

J aprile 2010
2 commenti

FINE VITA E TESTAMENTO BIOLOGICO
SUDDITI O CITTADINI?

Presentazione del libro
“Curare la morte”
di Manlio Guardo

Venerdì 30 Aprile, ore 17.30
Biblioteca Borges – Via dello Scalo 21/2
Bologna [vedi mappa]

[Invita i tuoi amici e le tue amiche
usando l’evento su Facebook
]

Ne discutono

Guido Armellini
Docente di letterature comparate
Università di Verona

Ignazio Marino
Senatore e presidente della Commissione
parlamentare d’inchiesta sull’efficacia
e l’efficienza del Servizio Sanitario Nazionale

Manlio Guardo
Autore di “Curare la morte”

Modera

Federico Enriques

[Scarica il volantino]


Presentazione di “I due dogmi”

J marzo 2010
Lascia un commento

“L’incredibile, a mio giudizio, artificiosa contrapposizione tra Scienza e Dio. E’ un conflitto, questo, di crescente estensione e intensità. A volte anch’io, nella mia veste di scienziato credente, impegnato nelle istituzioni, mi sono trovato coinvolto in aspre discussioni (penso soprattutto al tema del testamento biologico e alla drammatica vicenda di Eluana Englaro). Il mio “triplo” profilo, di medico, uomo credente, e uomo politico, nella tradizionale banalizzazione e semplificazione delle definizioni, offerte soprattutto dalla televisione, è stato “metabolizzato” rapidamente dal sistema dei media. Eppure, nei fatti, continua a essere faticoso riuscire a rappresentare categorie del pensiero, presentate costantemente come avverse e avversarie. Uno dei principali problemi nei confronti pubblici, fuori e dentro le aule parlamentari, resta – come ben sottolineano Vineis e Satolli – l’uso di linguaggi, di codici diversi: lo scienziato ha il suo vocabolario, il filosofo ha la sua terminologia, il religioso i suoi riferimenti, il politico il suo gergo. Mediamente vi è scarso interesse di comprensione reciproca, quando non manca del tutto la mera capacità di ascolto”. | Dalla prefazione di Ignazio Marino

Presentazione del libro
I DUE DOGMI
Di Roberto Satolli e Paolo Vineis

Sabato 13 Marzo 2010, H 10.30

Sala caduti sul lavoro, Palazzo Malvezzi
Via Zamboni 13, Bologna [vedi mappa]

Ne discuteranno insieme agli autori

Roberto Sconciaforni
Federazione della Sinistra

Guido Armellini
Rete Laica Bologna

Francesco Galofaro
Docente di semiotica – IED

Siete tutti invitati a partecipare!
[Invita i tuoi amici e amiche su Facebook]

I due dogmi - Invito

[Scarica l’invito]

Iniziativa della Federazione della Sinistra di Bologna


Non sono un assassino. Il “caso Welby-Riccio” francese

J febbraio 2010
Lascia un commento

Un libro che stimola la riflessione su bioetica e problematiche di fine vita: il testamento biologico, il diritto a scegliere la propria morte. Un libro che va alle radici del difficile dibattito sulle ragioni della vita e della morte.

Martedì 23 Febbraio 2010, H 18.00

Casa della Conoscenza
Pizza delle culture
Via Porrettana 360, Casalecchio di Reno
Bologna [vedi mappa]

Presentazione del libro

NON SONO UN ASSASSINO
Il “caso Welby-Riccio” francese
Di Frédéric Chaussoy

Edizioni Lucidamente / inEdition editrice
Edizione italiana a cura di LiberaUscita

[Invita amici e amiche su Facebook]

Intervengono

Christiane Krzyzyk – Traduttrice
Rino Tripodi – Direttore Lucidamente
Guido Armellini – Presidente Chiesa Metodista di Bologna
Elisabetta Cammelli – Rete Laica Bologna
Giovanni Paganelli – Associazione Percorsi di Pace

Non sono un assassino

Scarica il volantino

COL PATROCINIO DEL COMUNE DI CASALECCHIO DI RENO


Testamento biologico. Una scelta indipendente, una libertà necessaria

J febbraio 2010
2 commenti

Una serata per discutere sul fine vita, sulla scelta del paziente riguardo la propria malattia e delle implicazioni politiche al riguardo: la legge proposta al Senato e quella sul registro del testamento biologico che molte città stanno adottando, ascoltando le esperienze dirette dei firmatari e dei consiglieri che l’hanno portata avanti: per chiarire e conoscere. E cominciare a scegliere.

Giovedì 25 Febbraio, H 21.00
Sala Cupini, Via Gramsci 21/D [vedi mappa]

Il Partito Democratico di Castenaso
Vi invita all’incontro/dibattito

TESTAMENTO BIOLOGICO
UNA SCELTA INDIPENDENTE, UNA LIBERTA’ NECESSARIA

[Invita amici e amiche su Facebook]

Intervengono

Maurizio Cecconi
portavoce Rete Laica Bologna

Corrado Melega
consigliere comunale di Bologna

Claudia Livi
consigliera comunale di Firenze

Monica Mischiatti
Associazione radicale Luca Coscioni

Guido Armellini
presidente Chiesa Metodista di Bologna

Testamento biologico. Castenaso

Scarica il volantino


Conferenza dibattito: Testamento biologico. Liberi di scegliere

J novembre 2009
Lascia un commento

TESTAMENTO BIOLOGICO. LIBERI DI SCEGLIERE
CONFERENZA DIBATTITO

Giovedì 3 dicembre 2009
Ore 21,00

Chiesa Evangelica Metodista
Via Venezian, 1
Bologna [vedi mappa]

Saluto di Sergio Ribet
Pastore della chiesa metodista di Bologna

Interventi di

Corrado Melega
Coordinatore della commissione regionale
per il percorso nascita dell’Emilia-Romagna

Flavio Peccenini
Professore associato di diritto privato
Università di Bologna

Alberto Sermoneta
Rabbino capo
Comunità ebraica di Bologna

Coordina

Guido Armellini
Rete Laica Bologna

Organizzazione
Chiesa Evangelica Metodista
Centro culturale protestante “Alessandro Gavazzi”

[Invita i tuoi amici e amiche
usando l’evento su Facebook
]

Scarica il volantino: pdf | jpg


Presentazione della campagna: “TESTAMENTO BIOLOGICO: LIBERI DI SCEGLIERE”

J ottobre 2009
1 commento

Giovedì 8 Ottobre, alle ore 12, si terrà la conferenza stampa della Rete Laica Bologna, presso i locali della Chiesa Evangelica Metodista in Via Giacomo Venezian 3 (vedi mappa). Durante la conferenza stampa sarà presentata la campagna bolognese: “TESTAMENTO BIOLOGICO: LIBERI DI SCEGLIERE”.

Interverranno

Maurizio Cecconi
Portavoce Rete Laica Bologna

Prof. Carlo Flamigni
Comitato nazionale di bioetica

Monica Mischiatti
Associazione Luca Coscioni

Guido Armellini
Presidente Chiesa Evangelica Metodista di Bologna e Modena


About author

La Rete Laica di Bologna è un tavolo informale d'incontro, di discussione, di proposta e di mobilitazione per difendere ed estendere la laicità delle istituzioni bolognesi e italiane. Vi partecipano associazioni e singoli/e.

Cerca

Navigazione

Categorie:

Links:

Archives:

Feeds