Rete Laica Bologna

Pari opportunità. Bene avvio commissione, ora presidenza laica

J luglio 2011
Lascia un commento

Comunicato stampa, 13 Luglio 2011

PARI OPPORTUNITA’. CECCONI:
“BENE AVVIO COMMISSIONE REGIONALE,
ORA PRESIDENZA LAICA E DI ALTO PROFILO”

Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna,
in merito alla creazione della Commissione
Pari Opportunità del Consiglio regionale
e all’elezione della presidenza
della Commissione stessa.

“Dopo un anno si conclude finalmente l’iter per l’istituzione della Commissione Pari Opportunità del Consiglio regionale. La vicenda s’era aperta ad agosto 2010 con la ventilata elezione di Silvia Noè alla presidenza della Commissione stessa”.

“Il caldo non distolse però l’attenzione delle donne e degli uomini emiliano-romagnoli né dell’associazionismo che, in un mese famoso per le vacanze e le città vuote, hanno voluto comunque mobilitarsi per dire no a una candidata non in linea con la laicità, che è tra i fondamenti di ogni reale pari opportunità. Le firme sono state migliaia, segno che quel nome per quel posto era un’idea bislacca e politicista“.

“Ora che il caldo incombe nuovamente, rispunta il nome di Noè. Invitiamo dunque le forze politiche del centrosinistra a convergere unite su una presidenza laica e di alto profilo“.

Like This!

Annunci

Arcigay, petizione: XX Settembre festa nazionale

J settembre 2010
1 commento

Firmiamo e facciamo firmare

I sottoscritti cittadini e cittadine italiane, fanno appello al Parlamento Italiano perché in tempi rapidi sia messa all’ordine del giorno dei lavori delle Camere una proposta di legge per il ripristino della festa nazionale del XX settembre, anniversario della presa di Porta Pia.

Con la presa di Roma, il 20 settembre 1870, la Chiesa romana perdeva il suo potere temporale e l’Italia diventava uno Stato unitario e laico. Per anni, il 20 settembre è stata occasione per una festa nazionale, ma, il regime fascista, con una legge del 1930 cancellò quella festività di alto valore simbolico.

Riproporre la festività del 20 settembre significa recuperare alla memoria collettiva una data fondante per la nostra nazione (non a caso celebrata con la presenza pressoché in ogni città italiana di vie e piazze ad essa dedicata in zone centrali) e al contempo respingere ogni forma di integralismo e riportare al centro dell’attenzione il valore irrinunciabile della Laicità.

Una proposta di legge per il ripristino del XX settembre a festa nazionale era stata presentata nel corso delle scorse legislature dall’Onorevole Franco Grillini. Su quella base si potrebbe arrivare ad una rapida approvazione alle Camere.

Arcigay, settembre 2010


Silvia Noè (UDC) alla presidenza della Commissione Pari Opportunità? No, grazie! – Rassegna stampa

J agosto 2010
1 commento

Ieri abbiamo comunicato di aver raggiunto quota 600 sottoscrizioni alla petizione contro l’elezione di Silvia Noè (UDC) alla presidenza della Commissione Pari Opportunità della Regione Emilia-Romagna. La rassegna stampa di sabato 14 agosto 2010.

Quotidiani

Web


600 firme in tre giorni contro la presidenza della Commissione Pari Opportunità a Silvia Noè dell’UDC. Proseguiamo

J agosto 2010
5 commenti

13 Agosto 2010, Comunicato stampa
(Scarica e diffondi)

AVVIATA PETIZIONE CONTRO PRESIDENZA
COMMISSIONE PARI OPPORTUNITA’ A SILVIA NOE’.
600 FIRME IN TRE GIORNI. MOBILITAZIONE PROSEGUIRA’

Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna,
in merito alla petizione contro l’elezione di Silvia Noè,
UDC, alla presidenza della Commissione
Pari Opportunità della Regione Emilia-Romagna.

“Rete Laica Bologna, insieme alle associazioni che la compongono e in collaborazione con le associazioni lgbt (lesbiche, gay, bisessuali, trans) della regione – Arcigay “Il Cassero”, Agedo, Arcilesbica, MIT, Famiglie Arcobaleno –, promuove una petizione contro l’elezione di Silvia Noè (UDC) alla presidenza della costituenda Commissione Pari Opportunità della Regione Emilia-Romagna”, così Maurizio Cecconi, che continua: “In tre giorni abbiamo raccolto oltre 600 firme. La mobilitazione proseguirà per tutta l’estate. Per firmare basta collegarsi all’indirizzo web http://tinyurl.com/noe-no-grazie e compilare il modulo”.

“Hanno firmato una larga maggioranza di donne, tanti studenti universitari, impiegati, operai, insegnanti e docenti universitari, ricercatori, imprenditori, commercianti, pensionati, artisti, giornalisti; tutti cittadine e cittadini attenti alla difesa della laicità delle Istituzioni. Non mancano firme di iscritti a vari partiti: Partito Democratico, Partito della Rifondazione Comunista, Sinistra Ecologia e Libertà, Partito dei Comunisti Italiani, Italia dei Valori. Le firme provengono da tutta la regione, da Bologna a Piacenza, passando per Rimini e Ferrara e da tutte le città emiliane”.

“Il commento più frequente che abbiamo ricevuto in questi giorni di raccolta firme è stato “non se ne può più”. Crediamo che una tale quantità di firme, raccolte in poco tempo ed agosto, testimoni nei fatti un diffuso e trasversale sentimento di contrarietà a questo accordo, che porterebbe un’esponente dell’UDC con posizioni ultraconservatrici a occupare una poltrona importante per le tematiche dei diritti delle donne, dei diritti civili e individuali”.

“Tra le firme segnaliamo con piacere il sostegno ricevuto da Carlo Flamigni, medico e componente del Comitato Nazionale di Bioetica, Gianfranco Pasquino, professore di Scienza Politica, Raffaele Serra, presidente del Sindacato degli Universitari e senatore dell’Alma Mater Studiorum, Donatella Mungo, Assessora alle Pari Opportunità del Comune di Imola, Giovanni Panettiere, del coordinamento Noi Siamo Chiesa, Domenico Papaleo, dell’esecutivo bolognese di Sinistra Ecologia e Libertà, Massimo Ruffino, segretario federale P.d.C.I. Bologna, Rossella Giordano, segretaria Partito della Rifondazione Comunista Bologna, Antonella Caranese, segretaria PRC Federazione di Imola, Veronica Vicinelli, del direttivo provinciale bolognese dell’Italia dei Valori”.

(altro…)


Firma la petizione: Silvia Noè (UDC) presidente della Commissione Pari Opportunità? No, grazie!

J agosto 2010
3 commenti

Per evitare che la consigliera clericale dell’UDC diventi presidente della Commissione Pari Opportunità della Regione Emilia-Romagna, come Rete Laica Bologna, in collaborazione con tante associazioni, abbiamo avviato una petizione per raccogliere quante più firme possibile. Se condividete le intenzioni e il testo dell’appello, firmate e diffondete. I clericali non vanno mai in ferie. Nemmeno noi.

[Puoi pubblicizzare la petizione usando
l’evento su Facebook]


About author

La Rete Laica di Bologna è un tavolo informale d'incontro, di discussione, di proposta e di mobilitazione per difendere ed estendere la laicità delle istituzioni bolognesi e italiane. Vi partecipano associazioni e singoli/e.

Cerca

Navigazione

Categorie:

Links:

Archives:

I feed