Rete Laica Bologna

Testamento biologico. Incontro con Beppino Englaro

J novembre 2010
4 commenti

Giovedì 9 Dicembre 2010, H 18.00
Sala dello Zodiaco, sede della Provincia di Bologna
Via Zamboni 13 [vedi mappa]

TESTAMENTO BIOLOGICO
INCONTRO CON
BEPPINO ENGLARO

Ne discutono con lui

Maurizio Cecconi
portavoce Rete Laica Bologna

Francesco Galofaro
docente universitario

Marco Pondrelli
assessore provinciale

***

Una collaborazione
Rete Laica Bologna
Federazione della Sinistra

Testamento biologico. Incontro con Beppino Englaro

Incontro con Beppino Englaro

[Scarica il volantino]

[Invita amici e amiche
grazie all’evento su Facebook
]

Annunci

Rete Laica sostiene il ricorso al TAR del Lazio contro i decreti Gelmini

J luglio 2010
1 commento

Comunicato stampa, 13 Luglio 2010

SCUOLA, RICORSO AL TAR
CONTRO DECRETO GELMINI.
CECCONI: “SOSTENIAMO AZIONE
DI SCUOLA E COSTITUZIONE.
BENE ADESIONE PROVINCIA. E LA REGIONE?”

Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna,
in merito al ricorso presentato al TAR del Lazio e all’appello
del Comitato Bolognese di Scuola e Costituzione ad Errani.

Rete Laica sostiene l’azione di chi, come il Comitato Bolognese di Scuola e Costituzione, in questi giorni si batte contro i decreti del ministro alla Distruzione Pubblica, Mariastella Gelmini. L’importante ricorso presentato al TAR del Lazio trova oggi il sostegno della Presidente della Provincia Beatrice Draghetti e dell’Assessore all’Istruzione Giuseppe De Biasi”, così Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna, che continua: “Auspichiamo che l’appello al Presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, non resti inascoltato. Anche le Istituzioni regionali hanno il dovere d’esplicitare se stanno dalla parte di chi lotta per una scuola pubblica di qualità o dalla parte di chi la vuole, pezzo dopo, smantellare. Il tempo sta per scadere e non sono ammessi ulteriori tentennamenti. Questa è una partita che va vinta o ci rimetteranno tutte le famiglie e gli studenti”.


Laicità e fine vita. I diritti negati

J giugno 2010
Lascia un commento

LAICITA’ E FINE VITA
I DIRITTI NEGATI

Festa dell’Unità del Pratello
Domenica 4 Luglio 2010, Ore 18.00
Piazza San Rocco – Bologna

[Invita amici e amiche su Facebook]

Intervengono

Mario Serantoni
Chiesa Metodista di Bologna

Maurizio Cecconi
Portavoce Rete Laica Bologna

Sergio Lo Giudice
Ex Capogruppo PD al Comune di Bologna

Eleonora Porcu
Responsabile Centro di Infertilità
Procreazione Medicalmente Assistita
Policlinico Universitario S. Orsola / Malpighi

Introduce

Daniela Vannini
Consigliera PD alla Provincia di Bologna

Scarica il programma della Festa dell'Unità del Pratello

[Scarica il programma]


Bologna, prete pedofilo. Scuola finanziata dalla Regione

J marzo 2010
3 commenti

Comunicato stampa, 26 Marzo 2010
(Scarica e diffondi)

PRETE PEDOFILO. RETE LAICA:
“SCUOLA FINANZIATA DA REGIONE”

Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna, Bruno Moretto, segretario del Comitato bolognese di Scuola e Costituzione e Roberto Grendene, coordinatore del circolo UAAR di Bologna, in merito ai finanziamenti pubblici ricevuti dalla scuola di cui era direttore didattico don Andrea Agostini, il prete condannato a 6 anni e 10 mesi in primo grado per molestie sessuali su bambine.

“In base alle nostre informazioni, possiamo rivelare che la scuola materna di cui era direttore didattico don Andrea Agostini – il prete condannato in primo grado a 6 e 10 mesi per molestie sessuali su bambine – era finanziata dalla Regione Emilia-Romagna“, così Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna, che continua: “Secondo i documenti in nostro possesso, è stata finanziata dalla Regione almeno fino al 2005“.

“Come abbiamo potuto leggere sui quotidiani locali, verificatesi le molestie sessuali, nella scuola non sono mai arrivati degli ispettori né si sono attuati controlli da parte della Curia di Bologna, sotto la cui responsabilità rientra la materna in oggetto. Controlli e verifiche tanto più necessari quanto volti a garantire l’incolumità dei bambini e delle bambine“.

Chiediamo pertanto alla Regione se la scuola è ancora finanziata col danaro dei contribuenti e quali sono i parametri di assegnazione di questi finanziamenti. Chiediamo alla Regione se effettua dei controlli e se ritiene che, in presenza di gravissimi pericoli per i bambini a cui i privati non hanno saputo fornire le risposte adeguate, sia corretto proseguire nel finanziamento delle scuole che hanno dimostrato di non essere all’altezza dell’offerta formativa dichiarata“.

“Ci chiediamo infine”, conclude Cecconi, “Se anche gli enti locali della Provincia di Ferrara e il Comune di pertinenza hanno finanziato e finanziano questa scuola“.
(altro…)


Presentazione di “I due dogmi”

J marzo 2010
Lascia un commento

“L’incredibile, a mio giudizio, artificiosa contrapposizione tra Scienza e Dio. E’ un conflitto, questo, di crescente estensione e intensità. A volte anch’io, nella mia veste di scienziato credente, impegnato nelle istituzioni, mi sono trovato coinvolto in aspre discussioni (penso soprattutto al tema del testamento biologico e alla drammatica vicenda di Eluana Englaro). Il mio “triplo” profilo, di medico, uomo credente, e uomo politico, nella tradizionale banalizzazione e semplificazione delle definizioni, offerte soprattutto dalla televisione, è stato “metabolizzato” rapidamente dal sistema dei media. Eppure, nei fatti, continua a essere faticoso riuscire a rappresentare categorie del pensiero, presentate costantemente come avverse e avversarie. Uno dei principali problemi nei confronti pubblici, fuori e dentro le aule parlamentari, resta – come ben sottolineano Vineis e Satolli – l’uso di linguaggi, di codici diversi: lo scienziato ha il suo vocabolario, il filosofo ha la sua terminologia, il religioso i suoi riferimenti, il politico il suo gergo. Mediamente vi è scarso interesse di comprensione reciproca, quando non manca del tutto la mera capacità di ascolto”. | Dalla prefazione di Ignazio Marino

Presentazione del libro
I DUE DOGMI
Di Roberto Satolli e Paolo Vineis

Sabato 13 Marzo 2010, H 10.30

Sala caduti sul lavoro, Palazzo Malvezzi
Via Zamboni 13, Bologna [vedi mappa]

Ne discuteranno insieme agli autori

Roberto Sconciaforni
Federazione della Sinistra

Guido Armellini
Rete Laica Bologna

Francesco Galofaro
Docente di semiotica – IED

Siete tutti invitati a partecipare!
[Invita i tuoi amici e amiche su Facebook]

I due dogmi - Invito

[Scarica l’invito]

Iniziativa della Federazione della Sinistra di Bologna


Mina Welby presenta “Ocean Terminal”, romanzo di Piergiorgio Welby

J gennaio 2010
Lascia un commento

La battaglia per il testamento biologico è un tema importante, che riguarda ciascuno di noi. Non possiamo lasciare che la decisione rispetto al modo in cui vogliamo concludere con dignità la nostra vita possa essere presa da qualcun altro, si tratti di un medico, un politico o un sacerdote. Per questi motivi le forze che compongono la Federazione della Sinistra, hanno organizzato la seguente iniziativa.

Presentazione del libro
Ocean Terminal, di Piergiorgio Welby

Sabato 30 gennaio 2010, ore 11.00

Sala caduti del lavoro, Palazzo della Provincia
Via Zamboni 13, Bologna [vedi mappa]

Ne parleranno insieme

Mina Welby
Associazione Luca Coscioni

Francesco Galofaro
Docente di semiotica presso lo IED di Milano

Serafino D’Onofrio
Rete Laica Bologna

Il romanzo autobiografico di Piergiorgio Welby, recentemente pubblicato, costituisce la testimonianza di una vita che non soccombe né si rassegna alla sofferenza causata dalla terribile malattia degenerativa che lo ha segnato nella carne, trovando la forza di battersi per l’affermazione dei diritti civili contro il pregiudizio e la conservazione clericale. Una vita che si è conclusa con un esempio di straordinario di autodeterminazione come il suicidio assistito. Il libro è anche il bilancio di un’epoca, dalle battaglie pacifiste, al problema dell’eroina, alle lotte biopolitiche del duemila.

Siete tutti invitati a partecipare!
[Invita i tuoi amici e amiche su Facebook]


Campagna “Testamento biologico. Liberi di scegliere” – Rassegna stampa 10.11.2009

J novembre 2009
Lascia un commento

La Provincia di Bologna approva un ordine del giorno a favore del testamento biologico. Ecco la rassegna stampa di Martedì 10 Novembre 2009.

Quotidiani

Web


Rete Laica Bologna, intervista al portavoce Maurizio Cecconi su BolognaNotizie

J ottobre 2009
Lascia un commento

RETE LAICA BOLOGNA, SI PARTE CON LA RACCOLTA FIRME SUL TESTAMENTO BIOLOGICO. L’INTERVISTA A MAURIZIO CECCONI

Da poche settimane è attiva la Rete Laica Bologna, che raccoglie numerosi soggetti del mondo dell’associazionismo e si pone l’obiettivo di svolgere una costante azione di osservatorio e di lobbing sui temi che riguardano la laicità. Ne abbiamo parlato con Maurizio Cecconi, portavoce di RLB.

C’è nei piani di RLB l’intenzione futura di diventare soggetto politico tout court capace di rappresentare quella fetta di elettorato sensibile ai temi della laicità, che al momento fatica a trovare referenti politici?

Ovviamente no. La forza della Rete Laica è data dal fatto che resti fuori dalla battaglia politica in senso partitico e che invece si inserisca nel merito delle questioni attinenti la laicità. Inoltre, RLB è un insieme di associazioni e non vi fanno parte partiti politici né abbiamo intenzione di diventare uno di essi, perché ci farebbe perdere di autorevolezza, nel senso che il nostro impegno è esclusivo sui temi della laicità e non su altri.

La vostra prima azione concreta è stata la proposta di delibera popolare per l’istituzione di un registro comunale per il testamento biologico. Oggi (ieri, ndr) il gruppo consiliare del PD ha approvato un odg in cui si impegna in questa direzione e chiede alla Giunta di proporre un suo testo di legge. Quanto della vostra proposta potrà entrare in questo testo?

L’odg concordato dal gruppo consiliare del PD dice sostanzialmente due cose, una positiva e l’altra no. La prima cosa è che dice sì al registro, il che è un passo in avanti visto che fino a sei mesi fa l’idea era di fare una cosa del genere solo in Provincia, e questo passo è merito di RLB.

Il secondo punto è che chiede alla Giunta di presentare lei stessa una proposta di delibera. Quindi non capiamo il motivo per cui la nostra proposta non vada bene, visto che è già stata approvata ed è entrata a regime in 20 comuni, mentre quella del PD ancora non esiste, e sarebbe quindi una cosa improvvisata, che verrebbe fatta solo per non perdere l’iniziativa politica su questo tema. In più, su questioni come il diritto di decidere della fine della propria vita – su cui l’Italia ha dimostrato di avere una sensibilità molto forte – è importante che la voce sia data ai cittadini e non che tutto si esaurisca in un gioco di palazzo, perché questo ucciderebbe la mobilitazione e l’opera di sensibilizzazione. Invece una proposta di delibera popolare – come la nostra – richiede, per essere presentata, 2000 firme, e quindi anche una previa opera di informazione.
(altro…)


Passo in avanti del PD è successo della Rete Laica, ma attenti a insidie

J ottobre 2009
3 commenti

Comunicato stampa, 16 Ottobre 2009
(Scarica e diffondi)

TESTAMENTO BIOLOGICO.
CECCONI: “PASSO IN AVANTI PD E’ PRIMO SUCCESSO
DELLA RETE LAICA, MA ATTENTI A INSIDIE.
25 OTTOBRE RACCOGLIEREMO
FIRME DURANTE PRIMARIE”

Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna, sull’odg
che presenterà il gruppo consigliare del PD in Comune
e sulla proposta di delibera popolare per l’istituzione
del registro dei testamenti biologici

“Apprendiamo che il gruppo consigliare del PD in Comune ha concordato un odg che dice sì al registro dei testamenti biologici. Rispetto alle prese di posizione precedenti – dove si chiedeva che fosse fatto in Provincia piuttosto che in Comune – ci sembra questo un significativo passo in avanti e un primo importante successo della Rete Laica Bologna” così Maurizio Cecconi, portavoce, che continua: “Ricordiamo infatti che l’unica provincia ad aver approvato un registro è Cagliari, in quanto il Comune è guidato dal centro-destra. Sarebbe stato strano se ciò fosse avvenuto a Bologna”.

“Cadono anche, con l’odg del PD, le pregiudiziali di “costituzionalità” e di “utilizzabilità” avanzate da Barbera e Tega. Secondo Francesca Rescigno – docente di diritto costituzionale al dipartimento di Scienza Politica dell’Università di Bologna, a cui abbiamo chiesto un parere giuridico – i registri comunali “costituiscono un tentativo importante per smuovere l’impasse legislativa, attuando anche quanto stabilito dalla Convenzione sui diritti umani e la biomedicina di Oviedo del 1997 e già ratificata dal nostro Paese, che stabilisce che i desideri precedentemente espressi a proposito di un intervento medico da parte di un paziente che, al momento dell’intervento non è in grado di esprimere la propria volontà, saranno tenuti in considerazione”. Chiediamo pertanto che la Segreteria Generale ci dia il via libera necessario alla raccolta delle firme nel più breve tempo possibile”.
(altro…)


Comuni che stanno discutendo il registro dei testamenti biologici

J ottobre 2009
1 commento

Ecco l’elenco dei che hanno stanno discutendo se e come istituire il registro dei testamenti biologici, aggiornato al 07 Ottobre 2009 grazie all’Associazione radicale Luca Coscioni:

  • Perugia
  • Trieste
  • Udine
  • Rimini
  • Ancona
  • Bolzano (Provincia)
  • Gorizia (Provincia)
  • Avellino
  • Novara
  • Amelia (TR)
  • Torino
  • Marina di Massa (MS)
  • Caserta
  • Verona
  • Milano
  • Brescia
  • Prato
  • Modena
  • Ferrara
  • Palermo
  • Maglie (LE)
  • Caserta
  • Alba (CN)
  • Napoli
  • Saronno (VA)
  • Mestre (VE)
  • Forlì (FC)
  • Marghera (VE)
  • San Benedetto del Tronto (AP)
  • Reggio Emilia (RE)
  • Cavriago (RE)
  • La Spezia
  • Terni

Pagina successiva »

About author

La Rete Laica di Bologna è un tavolo informale d'incontro, di discussione, di proposta e di mobilitazione per difendere ed estendere la laicità delle istituzioni bolognesi e italiane. Vi partecipano associazioni e singoli/e.

Cerca

Navigazione

Categorie:

Links:

Archives:

I feed