Rete Laica Bologna

EMILIA-ROMAGNA, ELEZIONI 2010: VOTA GARANTITO, VOTA LAICO

J febbraio 2010
5 commenti

VOTA GARANTITO, VOTA LAICO
ELEZIONI 2010. L’EMILIA-ROMAGNA
ALLA PROVA DEI DIRITTI CIVILI

Rete Laica Bologna Vi invita

all’incontro/dibattito smaccatamente pre-elettorale
per interrogare i candidati alle prossime elezioni regionali
sui temi del testamento biologico,
dei finanziamenti alle scuole private,
dei simboli religiosi nei luoghi pubblici, delle coppie di fatto

Sala Consiliare del Quartiere Porto
Via dello scalo 21

Bologna [vedi mappa]

Lunedì 15 Marzo 2009, H 21.00

[Invita gli amici e le amiche su Facebook]

INTERVENGONO
(in ordine alfabetico)

ANDREA DEFRANCESCHI
Candidato al Consiglio Regionale
(Lista civica BeppeGrillo.it)

FRANCO GRILLINI
Candidato al Consiglio Regionale
(Italia dei Valori)

MONICA MISCHIATTI
(Radicali Italiani)

ANTONIO MUMOLO
Candidato al Consiglio Regionale
(Partito Democratico)

GIAN GUIDO NALDI
Candidato al Consiglio Regionale
(Sinistra Ecologia Libertà)

ROBERTO SCONCIAFORNI
Candidato al Consiglio Regionale
(PRC – Federazione della Sinistra)

MODERA

MAURIZIO CECCONI
portavoce Rete Laica Bologna

***

ELETTORE SODDISFATTO
O RIMBORSATO
(DAL CANDIDATO)

EMILIA-ROMAGNA, ELEZIONI 2010: VOTA GARANTITO, VOTA LAICO

[Scarica la locandina]

Annunci

Presidio contro la pedofilia clericale e contro l’omertà della Curia – Le foto

J febbraio 2010
Lascia un commento

Presidio contro la pedofilia clericale e contro l’omertà della Curia, indetto dall’Associazione radicale Anticlericale.net, a cui ha aderito Rete Laica Bologna. Ci siamo trovati in Via Altabella, dove ha sede la Chiesa cattolica felsinea.

Presidio contro la pedofilia clericale
(altro…)


Bologna, la Curia e il prete pedofilo – Rassegna stampa 12 Febbraio 2010

J febbraio 2010
2 commenti

Rete Laica continua a porre delle domande alla Curia, la quale si trincera dietro il silenzio e le intimidazioni alla stampa locale.

In uno scarno comunicato stampa, la Curia fa sapere di aver chiesto “una rettifica a norma della legge sulla stampa” a “Il Manifesto” e “La Repubblica”, in merito a quella che l’Arcidiocesi definisce “una ricostruzione gravemente parziale e tendenziosa” fatta dai due quotidiani.

Stamane dalle pagine di Repubblica, Michele Smargiassi risponde affermando che le notizie contenute negli articoli sono tratte dai documenti processuali, quindi l’avvocato della Curia, nel chiedere una smentita, in realtà chiede di smentire il tribunale stesso.

Ecco la rassegna stampa odierna.

Quotidiani

Web


Campagna “Testamento biologico. Liberi di scegliere” – Rassegna stampa 26.01.2010

J gennaio 2010
1 commento

Ieri il Consiglio Comunale ha approvato il registro dei testamenti biologici. Non capita tutti i giorni, in questi tempi dominati dalla sudditanza alle gerarchie religiose, di registrare un limpido successo dei diritti civili. Ecco la rassegna stampa di Martedì 26 Gennaio 2010.

Quotidiani

Web


Ondata di adesioni bipartisan. Perché il PD bolognese non parla con noi?

J ottobre 2009
Lascia un commento

Comunicato stampa, 13 Ottobre 2009
(Scarica e diffondi)

BIOTESTAMENTO. CECCONI:
“NUOVA ONDATA DI ADESIONI BIPARTISAN ALLA
PROPOSTA DI REGISTRO DEI BIOTESTAMENTI IN COMUNE.
PERCHE’ LA DIRIGENZA DEL PD NON PARLA CON NOI?”

Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna,
commenta la nuova ondata di adesioni ricevute alla proposta
di delibera popolare per l’istituzione del registro
dei testamenti biologici al Comune di Bologna
e il silenzio della dirigenza del PD bolognese

Una nuova ondata di adesioni è piovuta sulla nostra proposta di delibera popolare. Dopo le adesioni di: Gruppo consigliare al Comune di Bologna Rifondazione Comunista – Comunisti Italiani; Movimento per la Sinistra Bologna; Mozione Marino e Mozione Casadei del PD; Partito della Rifondazione Comunista Bologna; Partito Radicale Italiano; Radicali Bologna; Sinistra Democratica Emilia-Romagna”, enumera Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna, che continua: “Oggi abbiamo ricevuto le adesioni di Ivano Marescotti, di Paolo Zanca e del Partito Socialista dell’Emilia-Romagna, di Gianfranco Pasquino, di Giancarla Codrignani, dei Radicali di Sinistra e di Carlo Monaco e del gruppo consigliare regionale Per l’Emilia-Romagna“.

“Non comprendiamo perché”, continua Cecconi “dopo esserci dichiarati disposti a interloquire con tutte le forze politiche, dopo aver chiesto un incontro al Sindaco Delbono per illustrargli la proposta di delibera in virtù del suo ruolo di primo cittadino, dopo aver apprezzato le posizioni emerse alla Convenzione Nazionale del PD da parte dei tre candidati alla segreteria e aver domandato al segretario provinciale Andrea De Maria di aprire un dibattito, dopo una settimana ancora regna il silenzio da parte della dirigenza in Comune e in Via Rivani. Il Sindaco non ci ha chiamato, De Maria neppure e neanche il capogruppo in Consiglio Sergio Lo Giudice s’è fatto vivo. Non vorremmo che questo silenzio fosse foriero di cattive notizie. Noi, da parta nostra, ribadiamo la nostra volontà di aprire un dialogo per arrivare all’approvazione del registro dei testamenti biologici al Comune di Bologna”.


Numerose adesioni al registro dei biotestamenti. Grazie Senatore Marino

J ottobre 2009
Lascia un commento
Comunicato stampa, 12 Ottobre 2009
(Scarica e diffondi)

TESTAMENTO BIOLOGICO.
CECCONI: “NUMEROSE ADESIONI ALLA PROPOSTA
DI REGISTRO DEI TESTAMENTI BIOLOGICI.
GRAZIE SENATORE MARINO”

Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna,
in merito alle molte adesioni ricevute alla proposta
di delibera popolare per l’istituzione del registro
dei testamenti biologici al Comune di Bologna

“Ad appena pochi giorni dalla presentazione della nostra proposta di delibera popolare, sono arrivate tante adesioni di forze politiche e singoli cittadini desiderosi di appoggiarci. Finora hanno aderito: Gruppo consigliare al Comune di Bologna Rifondazione Comunista – Comunisti Italiani; Movimento per la Sinistra Bologna; Partito della Rifondazione Comunista Bologna; Partito Radicale Italiano; Radicali Bologna; Sinistra Democratica Emilia-Romagna” elenca Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna, che continua: “Oggi abbiamo ricevuto anche l’adesione della Mozione Marino e della Mozione Casadei del PD“.
(altro…)


Il Partito Radicale e i Radicali Bologna aderiscono a “Testamento biologico. Liberi di scegliere”

J ottobre 2009
Lascia un commento

Il Partito Radicale Italiano e i Radicali Bologna ci inviano la loro adesione alla nostra iniziativa per il registro dei testamenti biologici al Comune di Bologna.

TESTAMENTO BIOLOGICO. ADESIONE E SOSTEGNO DEI RADICALI ALLA DELIBERA DI INIZIATIVA POPOLARE.

La legge in discussione attualmente alla Camera dei Deputati sulle dichiarazioni anticipate di trattamento (testamento biologico) è una legge da stato etico ed è contro la Costituzione perché impone cure e terapie forzate: “Nessun cittadino può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.” Così recita testualmente il secondo comma dell’articolo 32 della Costituzione.

L’approvazione precipitosa di questa legge è chiaramente un dono alle gerarchie ecclesiastiche che sono le stesse gerarchie che ne hanno letteralmente dettato il contenuto. L’intero paese chiede il riconoscimento legale di “un testamento biologico” attraverso il quale siano obbligatoriamente rispettate le scelte individuali, compresa quella di non ricorrere alla nutrizione e all’idratazione artificiale.

E’ necessario quindi partire dai Comuni per predisporre uno strumento giuridico che consenta in modo semplice a ciascuno di indicare in anticipo i trattamenti medici cui intenda essere sottoposto e quelli che rifiuta, nel caso in cui, malato, perda la capacità di esprimere la propria volontà. Questo strumento è l’istituzione dell’apposito registro biologico.

Il Comune di Bologna non ha ancora affrontato in sede istituzionale questo problema, al punto che si rende necessaria una proposta popolare per arrivare a una decisione che superi quelle preoccupazioni e incertezze che si sono immediatamente manifestate dalle parti della maggioranza sul tema del testamento biologico. Come Radicali Italiani e Radicali Bologna intendiamo aderire al comitato promotore e daremo il nostro contributo per la riuscita dell’iniziativa.

Piero Capone – Giunta di segreteria Radicali Italiani
Abele Fini – Tesoriere di Radicali Bologna


About author

La Rete Laica di Bologna è un tavolo informale d'incontro, di discussione, di proposta e di mobilitazione per difendere ed estendere la laicità delle istituzioni bolognesi e italiane. Vi partecipano associazioni e singoli/e.

Cerca

Navigazione

Categorie:

Links:

Archives:

Feeds