Rete Laica Bologna

Il rovescio dei diritti – Intervista

J giugno 2011
Lascia un commento

Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna, è stato ospite dell’Antipasto, trasmissione di approfondimento di Radio Città Fujiko.

S’è parlato di Europride Roma 2011, dell’omofobia e di come contrastarla, del referendum sui finanziamenti del Comune di Bologna alle scuole private cattoliche, del registro dei testamenti biologici.

Buon ascolto!

Like This!

Annunci

Rinviato “Il rovescio dei diritti”

J giugno 2011
Lascia un commento

Causa cattive previsioni del tempo (si prevede un nubifragio) l’appuntamento Il rovescio dei diritti è rinviato alla prossima settimana.

Like This!


Roma, Europride 2011 – Il rovescio dei diritti

J giugno 2011
1 commento

Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna, sarà ospite della festa di Radio Città Fujiko, intervistato sul tema dei diritti delle persone lgbt e sul Pride europeo che si terrà a Roma sabato 11 giugno.

Radio Città Fujiko presenta
EquiOzio d’Estate
a tavola per sostenere una voce indipendente
Bistrò CostArena, Via Azzo Gardino 48, Bologna [vedi mappa]

Venerdì 10 giugno, ore 20.30
Il rovescio dei diritti
Intervista a Maurizio Cecconi, portavoce Rete Laica Bologna
Presentazione etichetta indipendente B.A.P. Records
Concerto “I Grilli”

Europride Roma 2011

Like This!


140° anniversario della Breccia di Porta Pia (XX Settembre 1870)

J settembre 2010
3 commenti

150° anniversario dell’Unità d’Italia
200° anniversario nascita di Cavour
140° anniversario della Breccia
di Porta Pia (XX Settembre 1870)

Manifestazione, Breccia di Porta Pia
Domenica 19 settembre, H 12.30

[Evento su Facebook]

Il 20 settembre 1870, data della Breccia di Porta Pia e della liberazione di Roma dal potere pontificio, segna l’inizio di una nuova libertà di pensiero, di coscienza e di religione che si offre al popolo italiano ed europeo. Ridurlo, come in passato hanno provato il fascismo e la democrazia cristiana, ad un fatto d’armi con cui una nazione si conquistò una più prestigiosa capitale, è un falso storico non tollerabile da chi si professa democratico. Ad essere battuta, il 20 settembre, fu l’ultima trincea della più assolutista e forcaiola concezione del potere e della società, che coagulava intorno a sé ogni sorta di ostilità alla civiltà moderna. In occasione del 140° anniversario, a fronte delle tentazioni revisioniste portate avanti dalle autorità “ufficiali”, le stesse che per decenni hanno operato una sistematica rimozione culturale della Roma laica e risorgimentale, vogliamo ricordarne il significato e il valore epocale nella storia italiana ed internazionale, sul piano istituzionale, politico, laico e religioso.

Contro ogni fondamentalismo dell’illibertà, della violenza, della frattura tra la coscienza e la scienza. Per un nuovo Risorgimento laico e liberale.

[Scarica il documento di convocazione della manifestazione]

PROMOTORI, ADERENTI, PARTECIPANTI:

– Radicali Italiani
– Associazione Radicale Certi Diritti
– Anticlericale.net
– Gruppo Consiliare Lista Bonino Pannella, Federalisti Europei alla Regione Lazio
– Consulta Romana per la Laicità delle Istituzioni
– Associazione Luca Coscioni
– Associazione Radicali Roma
– Arcigay Nazionale
– Uaar Roma
– Critica Liberale
– Radio Radicale
– Associazione nazionale del Libero Pensiero “Giordano Bruno”
– Psi, Federazione Romana
– Federazione dei Giovani Socialisti
– Lettera Internazionale, Rivista europea
– Associazione Libera Uscita
– Lega Italiana Divorzio Breve
– Cgil – Nuovi Diritti
– Forum Donne Socialiste
– Rete Laica Bologna
– ItaliaLaica – giornale dei laici italiani
– Associazione Democrazia Laica
– Associazione Democratica Giuditta Tavani Arquati

Organizzazione, ufficio stampa, adesioni
Mail: info@radicali.it | Tel: 06 65 93 70 36
Sergio Rovasio – Diego Sabatinelli


Seminario del Comitato “Sì, lo voglio!” al Napoli Pride 2010

J giugno 2010
Lascia un commento

In occasione del Napoli Pride 2010, sabato 26 Giugno, dalle ore 10.00, presso la Fondazione SUD (Corso Umberto I, 35 – 3° piano) (vedi mappa) si riunirà il Comitato “Sì, lo voglio!”, nato in seguito alla campagna di “Affermazione Civile” per raggiungere l’obiettivo del matrimonio civile per le coppie gay.

Rete Laica Bologna aderisce al Comitato “Sì, lo voglio!”. Anche la Consulta Torinese per la Laicità delle Istituzioni e la Consulta Romana per la Laicità delle Istituzioni hanno aderito.

Il seminario è aperto a tutti e tutte e sono stati invitati a relazionare importanti giuristi.

Partecipate e passate parola.


Recensione “Il peccato nascosto”

J aprile 2010
Lascia un commento

Segnaliamo la recensione del libro “Il peccato nascosto. Lo scandalo dei preti pedofili e i silenzi della Chiesa”, presentato a Bologna dalla Rete Laica.


Le vittime italiane della pedofilia clericale si riuniranno in associazione

J marzo 2010
1 commento

Le vittime italiane degli abusi dei preti hanno intenzione di formare una associazione che si riunirà per la prima volta il 25 settembre a Verona. Nella città veneta sono stati denunciati casi di abusi sui minori da parte di preti in un istituto religioso per bambini sordomuti. Casi simili sono emersi a Bologna, Firenze, Roma e Ferrara. [L’articolo del Times].


La discussione parlamentare sul testamento biologico

J ottobre 2009
Lascia un commento

Segnaliamo i video dell’incontro con Giancarlo Fornari, presidente di LiberaUscita, svoltosi giovedì 8 ottobre 2009 presso la sede UAAR a Roma.


Biotestamento. Registri comunali sono alternativa locale alla politica nazionale

J ottobre 2009
2 commenti

Firenze, Pisa, alcuni municipi di Roma, ma anche Cerveteri, Gradisca d’Isonzo, la provincia di Cagliari, Polistena e altri ancora: in attesa che il Parlamento decida sul testamento biologico, c’è chi ha scelto di fare da sé. Sono varie decine, infatti, i comuni grandi e piccoli nei quali si cerca di percorrere una strada locale più rapida o alternativa a quella della politica nazionale: i registri dei testamenti biologici. Ma sulla loro efficacia si discute.

Da decenni la Consulta di bioetica, associazione milanese, raccoglie dichiarazioni anticipate di trattamento (DAT) di singoli cittadini, ma oggi questo movimento dal basso si fa capillare, grazie a iniziative di singoli consiglieri comunali e di associazioni (soprattutto la Luca Coscioni e “A buon diritto” di Luigi Manconi, ma anche tanti comitati locali). Ma sul loro utilizzo i rianimatori sono scettici. “Per ora non potremmo farci quasi niente. Ci dobbiamo attenere a quanto dice la legge”, dice Vito Angelo Peduto, professore all’università di Perugia e presidente della SIAARTI (Società Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva).

La pensa diversamente José De Falco, giurista e membro della giunta dell’Associazione Luca Coscioni. Non solo, afferma, avrebbero valore giuridico, sulla base della sentenza sul caso di Eluana Englaro, ma se si raggiungesse un numero alto di comuni che istituiscono i registri, i testamenti biologici affidati alle amministrazioni locali “potrebbero affossare la legge”. E spiega: “A legislazione invariata, in assenza dunque di una legge, facciamo riferimento ai casi giudiziari: quello di Eluana Englaro ha dimostrato che la volontà precedentemente espressa ha valore”.
(altro…)


Paolo Vegetti, iscritto al PD, scrive al segretario Andrea De Maria

J ottobre 2009
1 commento

Rete Laica Bologna invita tutti gli iscritti e le iscritte del PD a fare altrettanto. La mail del segretario provinciale del Partito Democratico Andrea De Maria è segretario@pdbologna.org – inviatene copia anche a rete.laica.bologna@gmail.com.

Sono Paolo Vegetti, candidato all’ Assemblea Regionale del PD per la mozione Marino.

Apprendo dalla stampa (Repubblica del 14/10, pag. VI della cronaca locale di Bologna) che i costituzionalisti di area PD bocciano l’iniziativa di Rete Laica, che riunisce alcune associazioni laiche della città, di promuovere una raccolta di firme (2.000 secondo il regolamento comunale) per ottenere che il Consiglio Comunale discuta una proposta di delibera popolare per introdurre presso l’Anagrafe un registro informatico per il testamento biologico, come già fanno alcuni Comuni italiani (Roma, Firenze…).

Desidero ricordarLe

– che altri comuni italiani tengono già un registro dei testamenti biologici, che consistono nell’autenticazione e conservazione di dichiarazioni anticipate rilasciate dai cittadini nel rispetto della legislazione vigente;

– che dette dichiarazioni sono già accettate da numerosi notai italiani;

– che in ogni caso nessuna contraddizione esiste tra questo servizio amministrativo e le leggi dello stato, come invece affermano detti costituzionalisti di area PD, perché una legge dello stato al momento non c’è.
(altro…)


Pagina successiva »

About author

La Rete Laica di Bologna è un tavolo informale d'incontro, di discussione, di proposta e di mobilitazione per difendere ed estendere la laicità delle istituzioni bolognesi e italiane. Vi partecipano associazioni e singoli/e.

Cerca

Navigazione

Categorie:

Links:

Archives:

I feed