Rete Laica Bologna

Il testamento biologico. Un’analisi antropologica tra norma e società civile

J giugno 2010
3 commenti

Giulietta Luul Balestra, appena laureata in “Antropologia sociale dei saperi medici” all’Alma Mater, ha dedicato la sua tesi di laurea al testamento biologico, alle proposte di registro delle DAT della Rete Laica a Bologna e del Comitato Art. 32 a Modena.

Abbiamo avuto l’occasione di presentare la tesi di laurea durante il Pomeriggio laicissimo. Oggi, grazie alla giovane dottoressa, abbiamo il piacere di pubblicarla integralmente.

Download: formato .doc [5 MB] | formato .pdf [2 MB].

Annunci

Il nostro impegno per una cultura laica

J maggio 2010
1 commento

“L’impegno della Rete Laica Bologna va in due direzioni precise: da una parte difendiamo la laicità delle Istituzioni con l’attività politica e propositiva, dall’altra parte (e sono altrettanto importanti per noi) troviamo le attività culturali, tese a diffondere un sapere libero, scientificamente fondato e propedeutico all’autodeterminazione degli individui”, così Maurizio Cecconi, che continua: “Pomeriggio laicissimo è una delle molte occasioni che offriamo ai cittadini bolognesi di affrontare temi d’attualità. Questa volta il programma è particolarmente denso, con ben tre appuntamenti culturali: la presentazione di Paraventi sacri, biografie non autorizzate delle personalità di spicco della gerarchia della Chiesa Cattolica. A presentarlo, insieme all’autore Valerio Gigante, don Andrea Gallo e Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna. A seguire un intermezzo divertito e divertente, con un aperitivo condito dalla satira di Zap & Ida, che riprodurranno dal vivo alcune vignette dalla loro ultima fatica, La messa all’Indice. Infine, a chiudere la giornata un evento peculiare, la presentazione della tesi di laurea di Giulietta Luul Balestra, dedicata al registro dei testamenti biologici in città. A parlarne con la neo dottoressa, saranno Giusi Marcante, giornalista di “Città del Capo – Radio Metropolitana” e de “Il Manifesto” e Serafino D’Onofrio, papà della proposta del registro delle DAT a Bologna e coordinatore della Cellula Luca Coscioni. Offriamo molto in una sola giornata, e ci auguriamo che i cittadini di Bologna vorranno attraversare tutti o alcuni degli eventi in programma”.


Pomeriggio laicissimo – Intervista a Radio Città Fujiko

J maggio 2010
Lascia un commento

Grazie a Radio Città Fujiko, pubblichiamo l’intervista a Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna, durante la quale presenta l’iniziativa Pomeriggio laicissimo.

Audio: Intervista.


About author

La Rete Laica di Bologna è un tavolo informale d'incontro, di discussione, di proposta e di mobilitazione per difendere ed estendere la laicità delle istituzioni bolognesi e italiane. Vi partecipano associazioni e singoli/e.

Cerca

Navigazione

Categorie:

Links:

Archives:

I feed