Rete Laica Bologna

La conferenza stampa “Mettiamo a registro la laicità” su Radio Radicale

J gennaio 2010
Lascia un commento

Grazie a Radio Radicale, è online la conferenza stampa di Sabato 30 Gennaio, dedicata al futuro del registro dei testamenti biologici. Erano presenti Mina Welby e i consiglieri comunali che l’hanno sostenuto. Ascolta l’audio oppure leggi l’articolo e l’intervista audio su Città del Capo – Radio Metropolitana.

Audio:"Mettiamo a registro la laicità" su Radio Radicale


Mettiamo a registro la laicità

J gennaio 2010
1 commento

RETE LAICA BOLOGNA

Vi invita

Sabato 30 Gennaio 2010, ore 13.00
Caffé La Linea, Piazza Re Enzo

METTIAMO A REGISTRO LA LAICITA’

Aperitivo/Conferenza stampa per festeggiare
l’approvazione del registro dei testamenti biologici

Con la partecipazione di Mina Welby

Saranno presenti i consiglieri comunali
che hanno sostenuto il registro


Eurispes: gli italiani in rapporto all’autanasia e al testamento biologico

J gennaio 2010
Lascia un commento

Eurispes: il 67,4% italiani è favorevole all’eutanasia
E ben l’81,4% al testamento biologico, dato in forte crescita

Apcom, Roma, 29 Gennaio – Ben il 67,4% degli italiani è favorevole alla “dolce morte”, all’eutanasia. Solo il 21,7% dice no, mentre una percentuale considerevole, il 10,9% non si sente in grado di dare alcun parere in merito. I dati sono rilevati nel Rapporto Italia 2010 dall’Eurispes e, rispetto al 2007, il numero dei contrari è diminuito (erano il 23,5%), come anche quello dei favorevoli, anche se di poco (erano il 68%). Per la legge dello Stato italiano provocare la “buona morte” rappresenta un reato penale. Ciò non significa che non potrebbe comunque essere praticata in modo occulto in alcune strutture ospedaliere: la pensa così la maggior parte del campione intervistato (45,2%), a fronte del 29,4% secondo cui negli ospedali pubblici non si verificano casi di eutanasia clandestina. Anche in questo caso è elevata la percentuale di chi non sa esprimere un parere (25,4%).

Non solo: gli italiani che sono favorevoli ad una legge che istituisca in Italia il testamento biologico sono l’81,4%, dalla precedente rilevazione (2007) la percentuale di quanti caldeggiano l’introduzione di tale provvedimento normativo è aumentata di 6,7 punti. Parallelamente, sono diminuiti i contrari che passano dal 15% al 10,9%. La possibilità di promulgare una legge con la quale si consente ad ogni cittadino di esprimere le proprie volontà in tema di trattamenti sanitari a cui essere sottoposto è condivisa ampiamente da chi si identifica negli schieramenti di sinistra (88,9%) e centro-sinistra (84,2%). Il dato scende per il centro-destra (78,3%) e soprattutto per il centro (76,9%) e la destra (76,5%). | Fonte Apcom


Registro biotestamenti. Intervista a Radio Città Fujiko

J gennaio 2010
Lascia un commento

Giovedì 28 Gennaio, il portavoce della Rete Laica Bologna, Maurizio Cecconi, è stato ospite della trasmissione “L’antipasto” a Radio Città Fujiko, a commentare l’approvazione del registro dei testamenti biologici nella nostra città. Ascolta l’audio.

Audio: Maurizio Cecconi a "L'antipasto" di Radio Città Fujiko


Crocifissi, rimozione giudice Tosti e ricorso a Strasburgo. Rara coincidenza d’intenti fra Governo e Magistratura

J gennaio 2010
1 commento

Comunicato stampa, 27 Gennaio 2010
(Scarica e diffondi)

CROCIFISSI, RIMOZIONE GIUDICE TOSTI
E RICORSO A STRASBURGO. RARA COINCIDENZA
D’INTENTI TRA IL GOVERNO E LA MAGISTRATURA.

Rete Laica Bologna in merito alla rimozione del giudice
Tosti e al ricorso del Governo Burlusconi
contro la sentenza della di Giustizia Europea.

Il Governo Berlusconi ha annunciato che presenterà ricorso a Strasburgo contro la decisione della Corte di Giustizia Europea di chiedere agli stati membri di rimuovere i simboli religiosi dagli spazi pubblici.

La sezione disciplinare del Consiglio Superiore della Magistratura ha invece espulso il giudice Tosti dall’ordine, in quanto si rifiutava di tenere le udienze in aule di tribunale dove fosse presente un crocefisso.

Per una volta, dobbiamo registrare che sull’attacco alla laicità dello stato italiano, Governo e Magistratura trovano una rara coincidenza d’intenti. Ciò che non è mai riuscito a fare Berlusconi – unire la politica alla magistratura – riesce alla teocrazia. Questa, in sintesi, la formula del “nuovo miracolo italiano”.

Già assolto in Cassazione, il CSM ha voluto infliggere una punizione “esemplare” al giudice che difendeva la laicità delle istituzioni repubblicane. Al giudice Tosti va la solidarietà della Rete Laica Bologna, per essersi battuto con coraggio e onestà contro il patto scellerato tra potere politico e potere spirituale.

Di fronte all’avanzare del potere delle gerarchie cattoliche sulla vita dei cittadini italiani, non è più tempo di ragionamenti strategici e di alleanze elettorali, tanto a destra quanto a sinistra. Per questo, Rete Laica Bologna aderisce alla campagna Una nuova alleanza fra Trono e Altare? Non in mio nome! – promossa da una pluralità di singoli e associazioni – .

Nel manifesto politico della campagna si può leggere la seguente dichiarazione che sottoscriviamo: “Noi salutiamo la sentenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo sull’esposizione del crocifisso nelle aule scolastiche come una vittoria del principio di laicità dello Stato e della parità di stima delle minoranze e un passo avanti sulla via pluralista, l’unica che consente di costruire uno spazio sociale e politico europeo fondato sulla libertà e sul rispetto reciproco, dove le diversità possano convivere. La lotta per la laicità non è circoscrivibile al solo contesto italiano, e ci auguriamo che la sentenza costituisca un precedente e un punto di riferimento importante per tutti i paesi del Consiglio d’Europa”.

Non lasceremo che solo il Governo Berlusconi si faccia sentire a Strasburgo.

I laici di tutta Europa sono pronti a far sentire la loro voce.


Mina Welby presenta “Ocean Terminal”, romanzo di Piergiorgio Welby

J gennaio 2010
Lascia un commento

La battaglia per il testamento biologico è un tema importante, che riguarda ciascuno di noi. Non possiamo lasciare che la decisione rispetto al modo in cui vogliamo concludere con dignità la nostra vita possa essere presa da qualcun altro, si tratti di un medico, un politico o un sacerdote. Per questi motivi le forze che compongono la Federazione della Sinistra, hanno organizzato la seguente iniziativa.

Presentazione del libro
Ocean Terminal, di Piergiorgio Welby

Sabato 30 gennaio 2010, ore 11.00

Sala caduti del lavoro, Palazzo della Provincia
Via Zamboni 13, Bologna [vedi mappa]

Ne parleranno insieme

Mina Welby
Associazione Luca Coscioni

Francesco Galofaro
Docente di semiotica presso lo IED di Milano

Serafino D’Onofrio
Rete Laica Bologna

Il romanzo autobiografico di Piergiorgio Welby, recentemente pubblicato, costituisce la testimonianza di una vita che non soccombe né si rassegna alla sofferenza causata dalla terribile malattia degenerativa che lo ha segnato nella carne, trovando la forza di battersi per l’affermazione dei diritti civili contro il pregiudizio e la conservazione clericale. Una vita che si è conclusa con un esempio di straordinario di autodeterminazione come il suicidio assistito. Il libro è anche il bilancio di un’epoca, dalle battaglie pacifiste, al problema dell’eroina, alle lotte biopolitiche del duemila.

Siete tutti invitati a partecipare!
[Invita i tuoi amici e amiche su Facebook]


Il Comune di Bologna approva il registro dei testamenti biologici

J gennaio 2010
5 commenti

Ok a Bologna al registro dei testamenti biologici. Il Consiglio comunale ha approvato l’istituzione di un registro comunale delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Al momento del voto, tra i banchi dell’opposizione, erano presenti solamente Manes Bernardini (capogruppo Lega Nord), unico contrario, e Giovanni Favia, della Lista civica Beppe Grillo. In precedenza il PDL aveva chiesto la sospensione della seduta, ma il Consiglio ha votato contro la mozione e il centrodestra è uscito dall’aula, a parte il consigliere leghista. La delibera approvata tiene conto di quella di iniziativa popolare presentata dalla Rete Laica. L’approvazione è stata salutata dagli applausi dagli esponenti della Rete, presenti in aula, cui i consiglieri di maggioranza hanno risposto battendo le mani, per sottolineare l’importanza di questa vittoria della laicità.

Documenti


Campagna “Testamento biologico. Liberi di scegliere” – Rassegna stampa 26.01.2010

J gennaio 2010
1 commento

Ieri il Consiglio Comunale ha approvato il registro dei testamenti biologici. Non capita tutti i giorni, in questi tempi dominati dalla sudditanza alle gerarchie religiose, di registrare un limpido successo dei diritti civili. Ecco la rassegna stampa di Martedì 26 Gennaio 2010.

Quotidiani

Web


Registro biotestamenti. Oggi giorno di festa

J gennaio 2010
1 commento

Nota stampa, 25 Gennaio 2010
(Scarica e diffondi)

REGISTRO BIOTESTAMENTO.
CECCONI: “OGGI GIORNO DI FESTA PER LA LAICITA’”

Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna,
in merito alla discussione in Consiglio
Comunale del registro dei testamenti biologici.

“La discussione in Consiglio Comunale del registro dei testamenti biologici e la sua certa approvazione faranno di oggi una giornata di festa per la laicità a Bologna” così Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica, che continua: “La nostrà comunità e i suoi rappresentanti stanno per dare un segnale importante di civiltà alla politica nazionale. Ci auguriamo che sia ascoltato con la dovuta attenzione”.

“In questi giorni le cronache sono occupate dalla vicenda Cracchi-Delbono. Ciò nonostante, auspichiamo che una grande attenzione sia dedicata, dalla cittadinanza e dai mezzi di comunicazione, al registro dei testamenti biologici: non capita tutti i giorni, in questi tempi dominati dalla sudditanza alle gerarchie religiose, di registrare un limpido successo dei diritti civili”.


Campagna “Testamento biologico. Liberi di scegliere” – Rassegna stampa 24.01.2010

J gennaio 2010
Lascia un commento

Dopo il convegno organizzato dal PDL contro il registro dei testamenti biologico, a cui era presente il sottosegretario Roccella, ecco la rassegna stampa di Domenica 24 Gennaio 2010.

Quotidiani

Web


Pagina successiva »

About author

La Rete Laica di Bologna è un tavolo informale d'incontro, di discussione, di proposta e di mobilitazione per difendere ed estendere la laicità delle istituzioni bolognesi e italiane. Vi partecipano associazioni e singoli/e.

Cerca

Navigazione

Categorie:

Links:

Archives:

Feeds