Rete Laica Bologna

Bologna fa testamento

J ottobre 2009
Lascia un commento

BOLOGNA FA TESTAMENTO
Di Giusi Marcante
Il Manifesto, Venerdì 30 Ottobre 2009

(Scarica l’articolo)

L’obiettivo delle duemila firme era già a portata di mano dopo il secondo giorno di banchetti. La Rete Laica di Bologna in un solo fine settimana ha già raccolto 1495 firme, praticamente i due terzi di quelle necessarie, a sostegno della proposta di delibera popolare per istituire il registro dei testamenti biologici al Comune di Bologna.

Un’iniziativa completamente dal basso con un obiettivo preciso: chiedere che il Comune sia il notaio biologico dei cittadini che potranno indicare quali trattamenti sanitari vorranno ricevere quando non saranno più in grado di farlo di persona. Anche mercoledì sera la raccolta è proseguita davanti alla sala dove si è tenuta l’assemblea dei medici bolognesi, mentre altri banchetti si terranno nel fine settimana per superare quota 2000, convinti che “come Rete Laica Bologna abbiamo deciso di non accontentarci: puntiamo a un numero politicamente significativo, che sia in grado di spazzare via i dubbi, le incertezze e le ambiguità amministrative seminate in questi giorni”, ha detto Maurizio Cecconi, giovane portavoce della rete. Il riferimento è ad un parere giuridico che la segreteria generale del Comune ha allegato al via libera per la raccolta di firme, in cui si scrive che le leggi vigenti non permettono la creazione di un registro presso l’Anagrafe, che l’unico registro che si può creare (ma non all’Anagrafe) conterrà i nomi dei notai che hanno depositati presso i loro studi i testamenti biologici, che il Comune potrebbe ritirare i testamenti biologici solo dopo formale autorizzazione da parte del Garante della Privacy, in quanto i testamenti conterrebbero indicazioni “sensibili” quali le convinzioni religiose. Tutti argomenti che hanno sorpreso la Rete Laica, visto che sembrano destinati ad affossare l’iniziativa.

In realtà esistono altri comuni in cui sono nati registri simili e come osserva la docente di diritto pubblico dell’università di Bologna Francesca Rescigno “la strada dei diritti si costruisce anche per vie traverse, quindi l’unione di più città forti in cui si adottano i registri dei testamenti biologici può portare ad un cambiamento del quadro normativo più generale”.

Ai banchetti i cittadini si sono presentati convinti della proposta che stavano sostenendo; lo conferma Michela, una delle volontarie della Rete che ha raccolto le firme nell’ultimo fine settimana: “Quello che accomuna tutte le persone che hanno firmato è che il Comune si faccia carico di questa volontà dei cittadini in modo gratuito”.
(altro…)


Campagna “Testamento biologico. Liberi di scegliere” – Rassegna stampa 30.10.2009

J ottobre 2009
Lascia un commento

Oggi su Il Manifesto potete leggere un’intera pagina dedicata alla proposta della Rete Laica d’istituire il registro dei testamenti biologici a Bologna. L’articolo, chiaro e ben fatto, è a firma di Giusi Marcante. Rassegna stampa di Venerdì 30 Ottobre 2009.

Quotidiani


Lettera aperta a Stefano Andrini, editorialista del settimanale della Curia bolognese

J ottobre 2009
Lascia un commento

Gentile Andrini,

il suo editoriale su BolognaSette del 25 ottobre ha coinciso col massimo impegno dei volontari della Rete Laica. Nonostante il successo che incontriamo, sbaglieremmo nell’ignorare il settimanale della Curia.

L’articolo asserisce che il Comune non è arbitro dell’etica. Siamo d’accordo: vogliamo essere gli unici arbitri della nostra vita e della nostra fine, nel momento in cui il bilancio tra dignità e sofferenza sarà inevitabile. Chiediamo infatti che il Comune sia il depositario delle nostre volontà in materia di trattamenti sanitari.

Incontriamo centinaia di persone desiderose d’avere l’ultima parola. Persone diverse: laici e signore che vanno a messa, madri e padri di famiglia, tanti giovani. Desiderano che nei momenti difficili della propria vita, quando la malattia è aggressiva, la società diventi più discreta e solidale.

Rigettiamo il parere della Segreteria Generale perché utilizza argomentazioni già proposte dalla Curia che, con un commento di Cavana, ha posto problemi di privacy. Infine Andrini, su BolognaSette, cita il parere della Segreteria Generale. Avete disegnato un cerchio perfetto ma non avete fatto passi in avanti.
(altro…)


Campagna “Testamento biologico. Liberi di scegliere” – Rassegna stampa 29.10.2009

J ottobre 2009
Lascia un commento

Dopo l’attacco di Stefano Andrini, editorialista del settimanale BolognaSette edito dalla Curia, al registro dei testamenti biologici, Rete Laica risponde con una lettera aperta pubblicata dal L’Unità Bologna, che ringraziamo. Segnaliamo anche un bell’articolo di Stefano Rodotà pubblicato su Repubblica. Ecco la rassegna stampa di Giovedì 29 Ottobre 2009.

Quotidiani

Web


Il testamento biologico fra potere dello Stato e diritti dei cittadini

J ottobre 2009
Lascia un commento

BIOPOLITICA E DEMOCRAZIA

Il testamento biologico fra potere
dello Stato e diritti dei cittadini

29 ottobre 2009, ore 17.00
Sala dell’Aquila, Via Galliera 26 – Bologna

Intellettuali e politici democratici non possono non interrogarsi sulle nuove frontiere della libertà che attraversano i corpi, e non possono non prendere posizione – equilibrata ma ferma – all’interno del confronto culturale attualmente in corso in merito all’autodeterminazione delle donne e degli uomini.

Ne discutono

Stefano Canestrari
Donata Lenzi
Luigi Pedrazzi

Presiede

Carlo Galli


Biotestamento, Camera riparte da testo Calabrò. Opposizione sia inflessibile

J ottobre 2009
Lascia un commento

Comunicato stampa, 28 Ottobre 2009
(Scarica e diffondi)

BIOTESTAMENTO, CAMERA RIPARTE DA TESTO SENATO.
CECCONI: “OPPOSIZIONE SIA INFLESSIBILE
NELLE CITTA’ E IN PARLAMENTO”

Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna,
impegnata a far approvare al Comune di Bologna
il registro dei testamenti biologici, in merito
al testo base Calabrò approvato al Senato e posto
oggi alla base della discussione alla Camera dei Deputati.

“Con l’approvazione del disegno di legge Calabrò sul testamento biologico quale testo base per la discussione alla Camera dei Deputati, la maggioranza di centro-destra ha dato l’ennesima prova dello scambio clientelare instaurato col Vaticano“, così commenta Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna, impegnata proprio in questi giorni nel far approvare al Comune di Bologna una delibera d’iniziativa popolare per l’istituzione del registro dei testamenti biologici, che continua: “In cambio di una debole opposizione alla doppia morale del Presidente del Consiglio – che da una parte predica il verbo familista della Chiesa e dall’altra ospita decine di ragazze nelle sue residenze – il Governo vende la libertà dei cittadini italiani di poter decidere cosa fare della propria vita e persino della propria fine vita. Chiediamo che l’opposizione al sondino di stato sia inflessibile, nelle città e in Parlamento. La migliore risposta che Bologna potrà dare alla legge proibizionista che uscirà dal Parlamento sarà l’approvazione immediata della nostra proposta“.


Campagna “Testamento biologico. Liberi di scegliere” – Rassegna stampa 28.10.2009

J ottobre 2009
Lascia un commento

Dopo l’annuncio che la mobilitazione per la raccolta firme a sostegno della proposta di delibera popolare per l’istituzione del registro dei testamenti biologici prosegue, ecco la rassegna stampa di Mercoledì 28 Ottobre 2009.

Quotidiani


Registro biotestamenti. Mobilitazione prosegue

J ottobre 2009
1 commento

Comunicato stampa, 27 Ottobre 2009
(Scarica e diffondi)

REGISTRO BIOTESTAMENTI.
CECCONI: “NON CI ACCONTENTIAMO
DEL NECESSARIO, PUNTIAMO A NUMERO
POLITICAMENTE SIGNIFICATIVO”

Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna,
in merito alla mobilitazione a sostegno del registro
dei testamenti biologici e ai banchetti per la
raccolta firme di questa settimana.

“Il numero di firme necessario per poter presentare al Consiglio Comunale di Bologna la nostra proposta di delibera popolare per l’istituzione del registro dei testamenti biologici presso l’Anagrafe è di 2.000. Come Rete Laica Bologna abbiamo deciso di non accontentarci: puntiamo a un numero politicamente significativo, che sia in grado di spazzare via i dubbi, le incertezze e le ambiguità amministrative seminate in questi giorni” così Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica, che continua “Questi i banchetti previsti per questa settimana:

MERCOLEDI’ 28 OTTOBRE

Assemblea dei medici di Bologna e provincia

Sala polivalente, Quartiere Savena, Via Faenza 4

Dalle ore 20.00 alle ore 22.00

Absolutely Queer Disco Night

Arcigay “Il Cassero”, Via Don Minzoni 18

Dalle ore 23.00 alle ore 02.00

VENERDI’ 30 OTTOBRE

Venerdì al VAG, il suono dell’alternativa

VAG61, Via Paolo Fabbri 110

Dalle ore 22.00 alle ore 02.00

SABATO 31 OTTOBRE

  1. Via Rizzoli (angolo Via Artieri)
    dalle ore 10.00 alle ore 19.00
  2. Via Indipendenza (davanti Arena del Sole)

    dalle ore 10.00 alle ore 19.00
  3. Via Ugo Bassi (davanti Mercato delle Erbe)

    dalle ore 08.00 alle ore 13.00″

Usa l’evento su Facebook per pubblicizzare
i banchetti e invitare amici e amiche

(altro…)


Campagna “Testamento biologico. Liberi di scegliere” – Rassegna stampa 27.10.2009

J ottobre 2009
Lascia un commento

Quotidiani

Web


Testamento biologico. Banchetti da Mercoledì 28 a Sabato 31 Ottobre

J ottobre 2009
1 commento

Proseguono i banchetti per raccogliere le firme a sostegno del registro dei testamenti biologici proposto dalla Rete Laica Bologna.

Fate girare la notizia e venite a firmare!!!

LISTA SETTIMANA

MERCOLEDI’ 28 OTTOBRE

  1. Assemblea dei medici di Bologna e provincia
    Sala polivalente, Quartiere Savena, Via Faenza 4
    Dalle ore 20.00 alle ore 22.00
  2. Absolutely Queer Disco Night
    Arcigay “Il Cassero”, Via Don Minzoni 18
    Dalle ore 23.00 alle ore 02.00

VENERDI’ 30 OTTOBRE

  1. Venerdì al VAG, il suono dell’alternativa
    VAG61, Via Paolo Fabbri 110
    Dalle ore 22.00 alle ore 02.00

SABATO 31 OTTOBRE

  1. Via Rizzoli (angolo Via Artieri)
    dalle ore 10.00 alle ore 19.00
  2. Via Indipendenza (davanti Arena del Sole)
    dalle ore 10.00 alle ore 19.00
  3. Via Ugo Bassi (davanti Mercato delle Erbe)
    dalle ore 08.00 alle ore 13.00

Usa l’evento su Facebook per pubblicizzare
i banchetti e invitare amici e amiche

Scarica il volantino


Pagina successiva »

About author

La Rete Laica di Bologna è un tavolo informale d'incontro, di discussione, di proposta e di mobilitazione per difendere ed estendere la laicità delle istituzioni bolognesi e italiane. Vi partecipano associazioni e singoli/e.

Cerca

Navigazione

Categorie:

Links:

Archives:

Feeds