Rete Laica Bologna

Biotestamento: istruzioni per l’uso – Bologna, 1 marzo

J febbraio 2012
Lascia un commento

Presso “La Scuderia” di piazza Verdi 2, a partire dalle 20,30, dibattito per fare il punto sul testamento biologico in Italia e nel capoluogo emiliano, organizzato da Rete laica Bologna. Partecipano: Maria Laura Cattinari, Donata Lenzi, Sergio Lo Giudice ed Enzo Raisi

Condividi e partecipa all’evento su Facebook. Scarica il volantino.

A che punto è in Italia il dibattito sul fine vita e sul testamento biologico? E’ svanito il pericolo che sia approvato in Parlamento il liberticida decreto Calabrò? Cosa deve fare a Bologna un cittadino per sottoscrivere, ratificare e ufficializzare le proprie scelte? Quali scelte sono state operate da altri comuni che hanno approvato il registro dei testamenti biologici?

Per discuterne, Rete laica Bologna – promotrice già nell’ottobre 2009 di una proposta di delibera di iniziativa popolare per l’istituzione di un registro dei testamenti biologici presso il comune felsineo – ha organizzato un incontro aperto al pubblico, dal titolo Testamento biologico. Istruzioni per l’uso. Il punto della situazione in Italia e a Bologna.
L’appuntamento è per giovedì 1 marzo, a partire dalle 20,30, a Bologna presso La Scuderia di piazza Verdi 2, con la partecipazione di:

Maria Laura Cattinari, presidente nazionale di LiberaUscita – Associazione per il diritto a morire con dignità;

Donata Lenzi, deputata del Partito democratico presso la Camera dei deputati;

Sergio Lo Giudice, capogruppo del Partito democratico al Comune di Bologna;

Enzo Raisi, deputato di Futuro e libertà per l’Italia presso la Camera dei deputati.

Modera Stefano Rosanelli (Rete laica Bologna).


Laicità e fine vita. I diritti negati

J giugno 2010
Lascia un commento

LAICITA’ E FINE VITA
I DIRITTI NEGATI

Festa dell’Unità del Pratello
Domenica 4 Luglio 2010, Ore 18.00
Piazza San Rocco – Bologna

[Invita amici e amiche su Facebook]

Intervengono

Mario Serantoni
Chiesa Metodista di Bologna

Maurizio Cecconi
Portavoce Rete Laica Bologna

Sergio Lo Giudice
Ex Capogruppo PD al Comune di Bologna

Eleonora Porcu
Responsabile Centro di Infertilità
Procreazione Medicalmente Assistita
Policlinico Universitario S. Orsola / Malpighi

Introduce

Daniela Vannini
Consigliera PD alla Provincia di Bologna

Scarica il programma della Festa dell'Unità del Pratello

[Scarica il programma]


Registro biotestamenti, Rete Laica al Consiglio Comunale aperto di Castenaso

J giugno 2010
Lascia un commento

COMUNE DI CASTENASO
Segreteria Generale
Prot. N. 9945/II.03
Castenaso, 11 Giugno 2010

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Visti: l’art. 39 c. 3, l’art. 50 c.2, l’art. 40 c.1, l’art. 41 e l’art. 46 c.2 del d. lgs. 267/2000, lo Statuto Comunale ed il vigente regolamento sul funzionamento del Consiglio Comunale

CONVOCA

Ai sensi dell’art. 37 del vigente regolamento la seduta “aperta” del Consiglio Comunale che avrà luogo in data:

17 GIUGNO 2010 ALLE ORE 21:00

Presso la Sala Consiliare – Piazza Bassi n. 1, con il seguente Ordine del Giorno:

– Testamento Biologico

Saranno presenti:

Fulvio De Nigris – Associazione Amici di Luca,
Corrado Melega – Presidente Commissione Regionale per il percorso nascita,
Paolo Foschini – Avvocato ex Consigliere al Comune di Bologna ,
Sergio Lo Giudice – Ex Capogruppo PD al Comune di Bologna,
Maurizio Cecconi – Portavoce Rete Laica.

Coordinamento Assessore Giorgio Tonelli

Il Presidente del Consiglio Comunale
Dott. Massimiliano Rizzi


Pedofilia e omosessualità: cronaca di un depistaggio, di Sergio Lo Giudice

J marzo 2010
Lascia un commento

Vi segnaliamo questo articolo di Sergio Lo Giudice, che dipana con precisione la montagna di bugie propinate dal Vaticano, nel tentativo (fallito) di accostare pedofilia a omosessualità.


Campagna “Testamento biologico. Liberi di scegliere” – Rassegna stampa 24.11.2009

J novembre 2009
Lascia un commento

Dopo l’approvazione di ieri in Consiglio Comunale dell’odg presentato dal Partito Democratico sul registro dei testamenti biologici, pubblichiamo la rassegna stampa di Martedì 24 Novembre 2009.

Quotidiani

Web


Bologna fa testamento

J ottobre 2009
Lascia un commento

BOLOGNA FA TESTAMENTO
Di Giusi Marcante
Il Manifesto, Venerdì 30 Ottobre 2009

(Scarica l’articolo)

L’obiettivo delle duemila firme era già a portata di mano dopo il secondo giorno di banchetti. La Rete Laica di Bologna in un solo fine settimana ha già raccolto 1495 firme, praticamente i due terzi di quelle necessarie, a sostegno della proposta di delibera popolare per istituire il registro dei testamenti biologici al Comune di Bologna.

Un’iniziativa completamente dal basso con un obiettivo preciso: chiedere che il Comune sia il notaio biologico dei cittadini che potranno indicare quali trattamenti sanitari vorranno ricevere quando non saranno più in grado di farlo di persona. Anche mercoledì sera la raccolta è proseguita davanti alla sala dove si è tenuta l’assemblea dei medici bolognesi, mentre altri banchetti si terranno nel fine settimana per superare quota 2000, convinti che “come Rete Laica Bologna abbiamo deciso di non accontentarci: puntiamo a un numero politicamente significativo, che sia in grado di spazzare via i dubbi, le incertezze e le ambiguità amministrative seminate in questi giorni”, ha detto Maurizio Cecconi, giovane portavoce della rete. Il riferimento è ad un parere giuridico che la segreteria generale del Comune ha allegato al via libera per la raccolta di firme, in cui si scrive che le leggi vigenti non permettono la creazione di un registro presso l’Anagrafe, che l’unico registro che si può creare (ma non all’Anagrafe) conterrà i nomi dei notai che hanno depositati presso i loro studi i testamenti biologici, che il Comune potrebbe ritirare i testamenti biologici solo dopo formale autorizzazione da parte del Garante della Privacy, in quanto i testamenti conterrebbero indicazioni “sensibili” quali le convinzioni religiose. Tutti argomenti che hanno sorpreso la Rete Laica, visto che sembrano destinati ad affossare l’iniziativa.

In realtà esistono altri comuni in cui sono nati registri simili e come osserva la docente di diritto pubblico dell’università di Bologna Francesca Rescigno “la strada dei diritti si costruisce anche per vie traverse, quindi l’unione di più città forti in cui si adottano i registri dei testamenti biologici può portare ad un cambiamento del quadro normativo più generale”.

Ai banchetti i cittadini si sono presentati convinti della proposta che stavano sostenendo; lo conferma Michela, una delle volontarie della Rete che ha raccolto le firme nell’ultimo fine settimana: “Quello che accomuna tutte le persone che hanno firmato è che il Comune si faccia carico di questa volontà dei cittadini in modo gratuito”.
(altro…)


“Testamento biologico, il notaio non serve”

J ottobre 2009
2 commenti

Vittorio Angiolini, legale della famiglia Englaro:
“L’amministrazione può certificare i dati”
L’avvocato si chiede: “Perché costringere
la gente a pagare un professionista?”

“TESTAMENTO BIOLOGICO, IL NOTAIO NON SERVE”

Il parere dell’avvocato di Beppino Englaro
sulla querelle sul testamento biologico:
“Il notaio non serve”, dice Angiolini,
dando così ragione alla richiesta
della Rete Laica di Bologna.
Il legale auspica poi una legge nazionale.

L’Unità Bologna, Chiara Affronte
Sabato 24 Ottobre 2009
(Scarica l’articolo)

(altro…)


Campagna “Testamento biologico. Liberi di scegliere” – Rassegna stampa 21.10.2009

J ottobre 2009
Lascia un commento

Quotidiani


Campagna “Testamento biologico. Liberi di scegliere” – Rassegna stampa 20.10.2009

J ottobre 2009
Lascia un commento

Dopo l’intervento a Radio Città Fujiko e la discussione di ieri in Consiglio Comunale, ecco la rassegna stampa di Sabato 17 Ottobre 2009. Segnaliamo la presenza su il Corriere di Bologna di un articolo della costituzionalista di Rete Laica Bologna Francesca Rescigno.

Quotidiani


Campagna “Testamento biologico. Liberi di scegliere” – Rassegna stampa 19.10.2009

J ottobre 2009
Lascia un commento

Dopo la contrarietà espressa su BolognaSette, settimanale della Curia bolognese, e la risposta della Rete Laica Bologna e del Partito Democratico, pubblichiamo la rassegna stampa di Lunedì 19 Ottobre 2009.

Quotidiani

Web


Pagina successiva »

About author

La Rete Laica di Bologna è un tavolo informale d'incontro, di discussione, di proposta e di mobilitazione per difendere ed estendere la laicità delle istituzioni bolognesi e italiane. Vi partecipano associazioni e singoli/e.

Cerca

Navigazione

Categorie:

Links:

Archives:

Feeds